Iridologia: che cos’è?

L'iridologia è un metodo di analisi non diagnostico che cerca di determinare, attraverso lo studio dell'iride, la sede e la natura dei disordini esistenti nelle altre parti dell'organismo.

L'idea di base è che in ciascuna delle due iridi esisterebbe una rappresentazione topografica delle varie parti del corpo umano. Secondo l'iridologia, quindi, un'anomalia presso un determinato organo può esprimersi, nella corrispondente zona dell'iride, attraverso la forma della corona, le macchie o le sfumature cromatiche.

Simili schematismi corporei sono proposti da altre medicine alternative, come l'auricoloterapia e la chiropratica. Per l'esame, l'iridologo può avvalersi di una semplice lente oppure di un più sofisticato e moderno microscopio oculistico.

Alcune osservazioni

L'iridologia rientra fra le cosiddette medicine naturali di prevenzione. Gli iridologi sostengono di poter determinare l'esistenza di un problema relativo a qualche apparato o funzionalità del corpo, ma non quale tipo di malattia sia presente nel soggetto con sicura definizione. Pertanto, l'osservazione dell'iride può costituire un'utile indicazione nell'orientamento verso ulteriori approfondimenti diagnostici (esami di laboratorio, radiografie, ecografie ecc.).

In altre parole, l'eventuale patologia ipotizzata dall'esame dell'iride va diagnosticata in altro modo. Inoltre, occorre precisare che la pratica non è accettata dalla medicina scientifica e non è stata sottoposta alle verifiche sperimentali condotte con metodo scientifico.

Immagini simili