Storia dell'Hummus

Molte fonti legate alla cucina descrivono l'hummus come un alimento antichissimo e lo collegano a vari personaggi storici famosi come, ad esempio, Saladino (sultano e stratega d'Egitto e Siria ). In effetti, gli ingredienti di base per fare l'hummus (ceci, sesamo, limone e aglio) fanno parte dell'alimentazione medio orientale e nord africana da millenni.

Tuttavia, non vi è alcuna prova specifica relativa all'antichità dell'hummus bi tahina. Infatti, anche se i ceci sono stati ampiamente consumati nei territori in questione (sotto forma di stufati ed altri piatti caldi), la purea fredda miscelata a tahini non compare (in Egitto e Medio Oriente) prima del periodo Abbaside (750 – 1258 dC).

Le prime ricette simili all'hummus bi tahina sono riportate nei libri di cucina pubblicati al Cairo nel XIII secolo dC.

Nel “Kitab al-ILA Wusla l-Habib fi wasf al-tayyibit wa-l-Tib” viene menzionata una purea fredda di ceci con aceto, limoni in salamoia, erbe, spezie ed olio, ma senza tahin o aglio.

A conferma, nel “Kitab al-wasf Atima al-Mutada” compare una purea di ceci miscelata a salsa tahini chiamata hummus kasa; contiene aceto (non limone), spezie, erbe e noci (non aglio). E' anche lavorata in maniera differente, il che lascia presumere che vanti caratteristiche organolettiche e gustative piuttosto differenti da quelle dell'hummus.

In definitiva, nonostante l'hummus propriamente detto sia comparso piuttosto di recente, le ricette precursori sembrano avere radici molto più antiche.

Immagini simili