Riduzione del contenuto lipidico dei salumi dal 1993 al 2011

Negli ultimi 20 anni, l'industria alimentare si è impegnata a soddisfare le esigenze dietetiche dei consumatori proponendo salumi sempre più magri e a minor contenuto di sodio.

Rispetto ai valori nutrizionali dei salumi italiani diffusi dall'INRAN nel 1993, la revisione del 2011 ha dimostrato, ad esempio, come un prosciutto cotto contenesse il 48% di grassi saturi in meno.

Nell'immagine a lato è riportata la riduzione del contenuto lipidico di alcuni salumi italiani dal 1993 ad oggi.

Oltre ai dati riportati nell'immagine a lato potete accedere alla nostra sezione dedicata ai valori nutrizionali dei salumi italiani, aggiornata con i dati diffusi dall'INRAN nel 2011.

Immagini simili