Che cos’è il glaucoma congenito?

Il glaucoma congenito è una malattia piuttosto rara, che colpisce 1 neonato ogni 10.000; si può manifestare sin dalla nascita o nei primi anni di vita. Questa forma di neuropatia glaucomatosa è causata da malformazioni o incompleto sviluppo del sistema di drenaggio dell'umor acqueo durante il periodo prenatale, da cui consegue un aumento di pressione intraoculare. Il glaucoma congenito può essere dovuto ad un difetto ereditario o a complicanze insorte durante la gravidanza.

Il bambino affetto presenta un'insolita ipersensibilità alla luce (fotofobia) e un'eccessiva lacrimazione. L'aumento pressorio, inoltre, può causare un aumento delle dimensioni del globo oculare (buftalmo) e la cornea quasi sempre non è trasparente, ma opaca. Il glaucoma congenito è difficile da riconoscere, poiché un bambino molto piccolo potrebbe non essere in grado di descrivere i sintomi; pertanto, ogni segno sospetto deve indurre i genitori ad andare dall'oculista per effettuare una visita di controllo. L'intervento chirurgico precoce costituisce l'approccio terapeutico principale. Se non trattato, il glaucoma congenito progredisce e può condurre alla cecità.

Immagini simili