Gelato: Storia

Le origini del gelato non sono del tutto chiare e i reperti storici includono molte tracce di periodi e gruppi etici anche parecchio diversi tra loro.

In Cina

In Cina, intorno al 200 aC, veniva preparata una miscela congelata a base di latte e il riso.

Maguelonne Toussaint-Samat afferma, nel suo testo “Storia dell'alimentazione”, che "i cinesi possono essere considerati gli inventori del sistema per produrre i sorbetti ed i gelati. Versavano una miscela di neve, salnitro e sciroppo nei contenitori poiché, come il sale innalza il punto di ebollizione dell'acqua, abbassa anche il punto di congelamento al di sotto dello zero".

Nel periodo dell'imperatore Yingzong appartenente alla dinastia Song (960-1279), Yang Wanli scrisse una poesia intitolata “Ode al formaggio ghiacciato” o “Ode alla pasta”, riferita all'ambito di pasticceria. Durante la dinastia Yuan, Kublai Khan possedeva la ricetta del gelato ma ha mantenuto il segreto reale finché Marco Polo visitò la Cina e (probabilmente) introdusse la tecnica per fare il gelato in Italia.

In Medio Oriente

Gli arabi utilizzavano il latte come ingrediente principale nella produzione di gelato, dolcificandolo con i succhi di frutta.

Il gelato in medio oriente veniva anche aromatizzato con acqua di rose, frutta essiccata e frutta secca.

Nell'impero persiano, si versava del succo d'uva in una ciotola assieme alla neve e lo mangiava come dessert. Ciò veniva fatto soprattutto quando il clima era caldo, con la neve conservata nelle camere sotterranee dette "yakhchal" o raccolta dai nevai montani.

Nel 400 aC , i persiani inventarono uno speciale alimento ghiacciato, fatto di acqua di rose e una specie di pasta lunga (simile a degli spaghetti), che veniva servito al re durante il periodo estivo. Il ghiaccio era anche mescolato con lo zafferano, la frutta e vari altri ingredienti.

In India

Nel XVI secolo, gli imperatori di Mughal sfruttavano l'armatura dei cavalieri per trasportare il ghiaccio dal Hindu Kush a Delhi, dove era utilizzano per produrre sorbetti alla frutta.

In Europa

L'imperatore romano Nerone (37-68 dC) faceva portare nella capitale del ghiaccio dalle montagne e lo mescolava alla frutta fresca.

Si dice che quando la duchessa italiana Caterina de' Medici sposò il duca di Orléans (Enrico II di Francia) nel 1533, portò con sé alcuni chef che possedevano varie ricette di gelati e sorbetti aromatizzati. Cento anni dopo, Carlo I d'Inghilterra rimase colpito dalla così detta "frozen snow", tanto che offrì alla propria gelataia una pensione a vita in cambio del segreto della formula, in modo che il gelato potesse essere una prerogativa della corte reale. E' doveroso specificare che non ci sono prove storiche a sostegno di queste due leggende.

La prima ricetta francese per i gelati aromatizzati apparve nel 1674, nel “Recueil de curiositéz rares et nouvelles de plus admirables effets de la nature ”, di Nicholas Lemery.

Le prime ricette per i sorbetti videro la pubblicazione nell'edizione del 1694 ne “Lo Scalco alla Moderna” di Antonio Latini (Italia).

Le formule per i gelati aromatizzati cominciarono ad apparire anche nel “Nouvelle Instruction pour les Confitures, les Liqueurs, et les Fruits”, di Francois Massialot, a partire dall'edizione del 1692.

Le ricette inglesi del gelato fecero la prima apparizione nel XVIII secolo. Vennero pubblicate nel “Mrs. Mary Eales's Receipt” a Londra nel 1718.

In Nord America

Il primo riferimento del gelato è reperibile nel “Oxford English Dictionary” e risale al 1744, successivamente ristampato in una revisione del 1877.

L'edizione del 1751 de “The Art of Cookery made Plain and Easy”, di Hannah Glasse, comprende anche una ricetta per il gelato. L'anno 1768 ha visto la pubblicazione de “L'Art de Bien Faire les Glaces d'Office” di M. Emy, un libro di cucina interamente dedicato alle ricette per ghiaccioli e gelati.

Il gelato è stato introdotto negli Stati Uniti dai coloni quaccheri che portarono con sé le ricette dal Vecchio Mondo. Durante il periodo coloniale, i pasticceri vendevano il gelato nei loro negozi a New York e in altre città. Ben Franklin, George Washington e Thomas Jefferson sono noti per avere mangiato e servito il gelato. La “First Lady” Dolley Madison servì del gelato al ballo inaugurale per il marito nel 1813.

Le prime piccole macchine per il gelato vennero inventate da Agnes Marshall in Inghilterra e da Nancy Johnson in America, nel 1840.

Immagini simili