Ebola: perché è tentata la trasfusione di plasma proveniente da soggetti convalescenti?

Una terapia preziosa per le persone contagiate dall'Ebola potrebbe essere il cosiddetto plasma di convalescenza.

Il principio è simile a quello dei vaccini: le persone che sono state infettate e hanno superato la malattia dovrebbero aver sviluppato anticorpi contro il virus, quindi trasfusioni del loro sangue potrebbero aiutare il sistema immunitario dei nuovi contagiati a superare l'infezione.

Anche l'Organizzazione mondiale della sanità ha sottolineato che tale approccio dovrebbe avere la priorità rispetto alle terapie sperimentali finora utilizzate per arginare l'epidemia. In realtà, non si conosce ancora bene l'effetto del trattamento ed alcuni scienziati ritengono che le trasfusioni potrebbero produrre addirittura il risultato opposto. Nel frattempo, si continuano a valutare nuove potenziali terapie.

Immagini simili