Ebola e rischio di contagio con i riti funerari

Tra gli interventi messi in campo dall'Organizzazione mondiale della sanità, sono incluse le procedure funerarie sicure, atte ad evitare la contaminazione da Ebola negli epicentri dell'epidemia.

All'interno dei villaggi di Guinea, Liberia e Sierra Leone, infatti, è usanza lavare la salma del defunto prima della sepoltura. Questo rito funebre, senza speciali accorgimenti, facilita il contatto con i fluidi corporei contaminati dal virus Ebola, il quale rimane vitale almeno per un'intera settimana dopo la morte del paziente.

I soggetti deceduti per Ebola, pertanto, devono essere preparati da personale dotato di indumenti protettivi e guanti, quindi devono essere sepolti immediatamente.

Immagini simili