Ebola: quali sono le cause della morte dei pazienti?

Da 2 a 21 giorni dopo il contagio, i primi sintomi dell'ebola a comparire sono febbre, intensa debolezza, dolori articolari e muscolari, mal di testa e laringite, seguiti da vomito, diarrea e dolori addominali. Dal quinto al settimo giorno, può svilupparsi una caratteristica eruzione cutanea, con macchie e piccole bolle.

Con il progredire della malattia, possono subentrare insufficienza epatica o renale, problemi di coagulazione e sanguinamenti delle mucose gastrointestinali e degli organi genitali. Il malato ha solitamente tra i 6 e i 16 giorni per combattere e sconfiggere il virus, altrimenti gravi emorragie e collasso cardiocircolatorio possono condurre al decesso. La mortalità varia in base al ceppo di virus Ebola e alle cure prestate.

Immagini simili