Denti: cosa significa difiodonte ed eterodonte?

  • La difiodontia indica il susseguirsi di due dentizioni diverse nel corso della vita di un organismo.
  • L'eterodontia indica la presenza di denti di forma e dimensioni diverse.

L'uomo, così come la maggior parte dei mammiferi, ha una dentizione difiodonte ed eterodonte:

  • difiodonte perché caratterizzata da due diversi processi di eruzioni dentarie (dentizione decidua e dentizione permanente)
  • eterodonte perché caratterizzata da diverse tipologie di denti: incisivi, canini, premolari e molari.

Differenze rispetto all'uomo

Gli animali monofiodonti hanno una sola dentizione, mentre gli animali polifiodonti hanno successioni multiple (i loro denti vengono più volte sostituiti da nuovi elementi dentari).

Gli animali omeodonti hanno denti tutti uguali fra loro nella dentatura.

  • Tra i mammiferi, sono monofiodonti i marsupiali, i sirenidi, gli sdentati, i monotremi e i cetacei.
  • Gran parte dei vertebrati sono omeodonti e polifiodonti; i denti del canguro sono un raro esempio di polifiodontia tra i mammiferi. Il coccodrillo viene generalmente preso ad esempio come animale polifiodonte, mentre lo squalo può essere preso come esempio di animale omeodonte.

La forma dei denti è correlata al tipo di alimentazione o alla funzione specifica dei denti; proprio per questo motivo, essendo per la maggior parte onnivori, quasi tutti i mammiferi (uomo compreso) presentano una dentatura eterodonte.

Immagini simili