Coniglio Infestante

I conigli, creature graziose (e commestibili) spesso utilizzate in Italia come animali da compagnia, altrove (ad esempio in Australia e Nuova Zelanda) rappresentano una vera e propria piaga ambientale.

Esportati in altri habitat più favorevoli dall'essere umano, i conigli rappresentano una fonte di problemi a dir poco rilevante. A causa del loro enorme appetito e della velocità con cui si riproducono, per l'agricoltura di questi luoghi i conigli selvatici rappresentano una Specie aliena nociva ed infestante.

Nel tentativo di contenere l'infestazione dei conigli, sono state utilizzate trappole, barriere, recinzioni, caccia ecc, ma la misura più efficace è senza dubbio la diffusione virale della mixomatosi (in gergo, myxo o mixi) e del calicivirus.

In Europa, dove i conigli vengono allevati su larga scala per scopi alimentari, sono protetti da queste infezioni attraverso l'iniezione di un virus geneticamente modificato che funge da vaccino. Questo è stato sviluppato in Spagna e, dal punto di vista economico, si è dimostrato estremamente vantaggioso.

Tuttavia, se il virus geneticamente modificato raggiungesse le popolazioni selvatiche dell'Australia (dove il coniglio costituisce una piaga bella e buona), si potrebbe verificare un'ulteriore esplosione demografica.

In Australia e Nuova Zelanda, i conigli sono considerati animali talmente infestanti da obbligare dal punto di vista legislativo gli agricoltori a controllarne la densità della popolazione.

Immagini simili