Come si può contrarre il colera?

Il colera è una malattia a trasmissione oro-fecale. Pertanto, il contagio avviene in seguito all'ingestione di acqua o alimenti contaminati direttamente o indirettamente da residui fecali di individui infetti (malati, portatori sani o convalescenti).

I vibrioni del colera, infatti, sono dotati di notevole resistenza nell'ambiente esterno e possono sopravvivere in ruscelli, fiumi e acque salate costiere. Per questo motivo, un veicolo di trasmissione importante è rappresentato dal pesce, dai frutti di mare e da altri prodotti ittici, se consumati crudi o poco cotti.

Nelle aree endemico-epidemiche, oltre al bere, anche l'igiene personale quotidiana e lavare la frutta, la verdura e le stoviglie con acqua contaminata diventano delle pratiche che aumentano il rischio di contrarre l'infezione.

Immagini simili