Scoperta dei capillari e diametro dei capillari

La scoperta dei capillari viene attribuita al fisiologo italiano Marcello Malpighi (1627-1694).

Nel 1660, osservando con il microscopio il polmone di una rana, Malpighi notò dei piccoli vasi sanguigni che collegavano tra loro le arterie con le vene. Trattandosi di vasi sottilissimi, Malpighi decise di chiamarli capillari, cioè sottili come un capello.

Oggi sappiamo che il diametro di un capello è mediamente compreso tra 17 e 180 micrometri (esiste un'ampia variabilità tra le persone), mentre il diametro di un capillare misura mediamente da 5 a 10 micrometri.

Il diametro di un capillare è quindi inferiore a quello di un capello. 

Immagini simili