Assenzio Tipi

Mentre la maggior parte delle bevande alcoliche vanta un ordinamento ben preciso che disciplina la classificazione e l’etichettatura, l'assenzio non è mai stato particolarmente regolamentato.

Secondo i trattati popolari del XIX secolo, l'assenzio era classificato liberamente in diverse tipologie in base ai criteri del grado alcolico e della qualità totale: ordinaire, demi-fine, fine e suisse (anche se quest’ultima non ne denota l'origine).

Molti critici contemporanei d’assenzio classificano l’assenzio semplicemente come una bevanda distillata o mista, in base al metodo di produzione. Nonostante l’assenzio distillato venga generalmente considerato qualitativamente di gran lunga superiore all’altro, la semplice dicitura “distillato” in etichetta non fornisce alcuna garanzia di pregio degli ingredienti e del metodo.

  • Blanche o la Bleue: questo assenzio (noto anche come la Bleue in Svizzera) viene imbottigliato subito dopo la distillazione; è visivamente incolore (chiaro). In origine, il nome la Bleue era un termine utilizzato per l’assenzio svizzero di contrabbando, ma è diventato un sostantivo popolare che indica più in generale anche i prodotti svizzeri successivi alla fase di proibizione.

  • Verte (verde, in francese): è un Blanche che subisce una procedura di colorazione per cui si infonde nel distillato una miscela a base di erbe. Tale accorgimento conferisce alla bevanda una tonalità verde peridoto e un sapore intenso. I Verte rappresentano il tipo di assenzio più diffuso nel XIX secolo. Gli assenzi verdi colorati artificialmente possono essere definiti Verte anche se non possiedono i sapori caratteristici a base di erbe che provengono dal suddetto processo di infusione.

  • Absenta (assenzio, in spagnolo): è talvolta associato ad uno stile regionale che spesso differisce leggermente dall’alter ego francese. La discrepanza nelle caratteristiche organolettiche e gustative consiste nell’utilizzo di anice Alicante, che spesso denota un tipico sentore di agrumi.

  • Hausgemacht (tedesco, indica quelli fatti in casa, spesso abbreviato in HG) si riferisce all’assenzio clandestino distillato a livello casalingo (non si tratta del marchio svizzero La Clandestine). L’Hausgemacht viene prodotto in piccole quantità per uso personale e non per il mercato. In passato, dopo il divieto commerciale dell’assenzio, si verificò un aumento della distillazione clandestina (anche da parte degli ex produttori), soprattutto in Svizzera. Qui, anche se il divieto venne successivamente revocato, alcuni distillatori clandestini non legittimarono comunque la relativa produzione. Si ritiene che i motivi possano essere legati all’evasione fiscale e al fascino mistico del prodotto di contrabbando che aumenterebbe il valore della bevanda.

  • Boemia o Czech o Absinth (senza la "e") o Assenzio Senza Anice è un tipo di assenzio ceco, anche definito come "assenzio amaro". Viene prodotto soprattutto in Repubblica Ceca, da cui prende il nome Bohemian o Czech, anche se non tutti gli assenzi cechi sono di questo tipo. Tipicamente, il Boemia ha un sentore di anice, finocchio ed altre erbe tipiche di quello tradizionale; risulta molto flebile e, pertanto, ha poco a che vedere con quelli divenuti popolari nel XIX secolo.

Immagini simili