Assenzio Produzione

La maggior parte dei paesi non ha una definizione giuridica che riguarda l'assenzio, mentre il metodo di produzione ed il contenuto alcolico di altri prodotti come whisky, brandy e gin sono definiti a livello globale e regolamentati. In quanto tale, i produttori sono liberi di etichettare una bevanda come "absinthe" o "absinth" a prescindere da qualsiasi definizione legale o standard produttivo.

I produttori legittimi di assenzio utilizzano uno dei due processi storicamente definiti per la creazione di questo superalcolico: la distillazione o la miscelazione a freddo. Solo in Svizzera è presesente una definizione legale per l'assenzio che impone come unica tecnica la distillazione.

Assenzio Distillato

L'assenzio distillato sfrutta un metodo di produzione molto simile a quello dei gin di alta qualità. Le erbe vengono macerare nell'alcool distillato, per essere successivamente ridistillate escludendo i principi amaricanti e conferendo alla bevanda la complessità e la struttura desiderate.

Dalla prima distillazione dell'assenzio se ne ricava un distillato incolore che lascia l'alambicco a circa il 72% ABV. Il distillato può dunque essere imbottigliato puro, per produrre una Blanche o un Bleue, o può colorato per creare un Verte utilizzando coloranti naturali o artificiali.

L'assenzio tradizionale ottiene il suo colore verde rigorosamente dalla clorofilla delle erbe intere, che viene estratta dalle piante durante la macerazione secondaria di: artemisia piccola, issopo e melissa. Il processo di colorazione naturale dell'assenzio è considerato una fase critica per l'invecchiamento della bevanda, dal momento che la clorofilla diffusa rimane chimicamente attiva. Qui, la clorofilla svolge un ruolo simile ai tannini del vino barricato o dei liquori scuri.

Dopo il processo di pigmentazione, il prodotto viene diluito con acqua fino ad ottenere la percentuale alcolica desiderata. Il sapore dell'assenzio migliora con la precipitazione di alcune molecole e pertanto molte distillerie (soprattutto quelle antecedenti al divieto commerciale) affinano la loro bevanda in vasche di decantazione prima dell'imbottigliamento.

Miscelazione a Freddo

Molti assenzi moderni vengono prodotti con un processo di miscelazione a freddo. Questo metodo di produzione è più economico e non richiede la distillazione; viene considerato inferiore all'altro, così come il gin composto risulta meno pregiato di quello distillato.

Il processo di miscelazione a freddo comporta la semplice unione degli aromatizzanti e dei coloranti artificiali nell'alcool commerciale, in maniera simile alla maggior parte delle vodke aromatizzate e dei liquori economici.

Alcuni assenzi miscelati a freddo vengono imbottigliati con una >forza alcolica del 90%. Altri sono addirittura presentati semplicemente come bottiglie di alcool puro aventi una piccola quantità di polvere di erbe sospese all'interno.

In molti paesi, la mancanza di una definizione giuridica per l'assenzio consente ad alcuni produttori di miscelare a freddo falsificando le reclam pubblicitarie, come ad esempio l'attribuzione del titolo di "distillato" (giustificandosi che l'alcol stesso utilizzato per la miscelazione viene a sua volta distillato). Si tratta di una ovvia scusa per vendere questi prodotti allo stesso prezzo di quelli autentici, che vengono distillati direttamente dalle erbe intere. L'unico paese che vanta una definizione giuridica sull'assenzio è la Svizzera, dove qualsiasi prodotto ricavato tramite il processo di miscelazione a freddo non può essere venduto come assenzio.

Immagini simili