Ansia nell'Anoressia e nella Bulimia Nervose

I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono patologie di natura psichiatrica che compromettono significativamente lo stato di salute dei portatori. In particolare, nell'anoressia nervosa si manifesta la tendenza alla denutrizione (più o meno grave, a seconda del caso) dovuta a condotte alimentari inappropriate. Questo comportamento, dal punto di vista eziologico, è alimentato da una vera e propria distorsione negativa verso la propria immagine corporea.

Trattandosi di patologie psichiatriche, spesso i disturbi del comportamento alimentare si associano ad altre comorbilità e/o sintomi dello stesso genere. A tal proposito, una ricerca del 2004 intitolata: “Comorbidity of anxiety disorders with anorexia and bulimia nervosa”, ha cercato di valutare la presenza dei disturbi d'ansia nelle patologie dell'anoressia nervosa e della bulimia nervosa.

La sperimentale ha utilizzato un campione di individui affetti da anoressia nervosa e bulimia nervosa e, in collaborazione con la “Price Foundation” (fondazione senza scopo di lucro per l'educazione alimentare), sono state determinate: la frequenza dei disturbi d'ansia, la relativa correlazione al disordine alimentare e l'età media di esordio.

Il campione è composto da 97 persone affette da anoressia nervosa, 282 con bulimia nervosa e 293 che storicamente hanno avuto entrambe le diagnosi.

Il metodo di analisi ha previsto la compilazione del “Structured Clinical Interview” (intervista) del DSM-IV (Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali IV Edizione) specifico per i “Disturbi di Asse I”. Questo è finalizzato a misurare, in maniera standardizzata, l'eventuale presenza di: ansia, perfezionismo e ossessività.

In seguito, questi parametri sono stati confrontati con quelli di un gruppo femminile NON clinico, al fine di quantificarne le differenze sostanziali.

I livelli d'ansia della maggior parte del campione sono risultati simili in tutti e tre i gruppi affetti da disturbi alimentari.

Ad un'analisi retrospettiva, circa due terzi dei soggetti ha avuto uno o più episodi patologici legati agli stati ansiosi; i più registrati sono stati: disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) e fobia sociale.

La maggioranza dei partecipanti ha riferito che l'insorgenza di questi disordini (disturbo ossessivo compulsivo, fobia sociale, fobia specifica e disturbo d'ansia generalizzato) è avvenuta in età infantile o adolescenziale, quindi prima rispetto alla manifestazione del DCA.

Si è anche osservato che (al momento dell'intervista) i soggetti con disturbo alimentare pregresso, attualmente sani, e che non hanno mai avuto una diagnosi per disturbi legati all'ansia, tendevano comunque ad essere ansiosi, perfezionisti ed evitavano le situazioni potenzialmente disagevoli.

La prevalenza dei disturbi d'ansia in genere e soprattutto del disturbo ossessivo compulsivo, è risultato molto più elevata nei soggetti con anoressia nervosa e bulimia nervosa rispetto al gruppo NON clinico femminile.

In conclusione, i disturbi d'ansia sembrano esordire primariamente nell'età infantile, quindi precocemente rispetto ai disturbi alimentari. Tale evidenza suggerisce la possibilità che questi sintomi/disagi rappresentino un elemento di vulnerabilità (alla stregua di un fattore di rischio) nello sviluppo di anoressia nervosa e/o bulimia nervosa.

Immagini simili