Che cos’è l’ambliopia tossica?

L'ambliopia tossica è una neuropatia indotta dall’esposizione a sostanze chimiche o tossine in grado di danneggiare il nervo ottico. Tale reazione si riscontra, generalmente, in soggetti che fanno un eccessivo uso di alcol o tabacco, soprattutto se presentano carenze nutrizionali a carico del complesso vitaminico B e del fabbisogno proteico giornaliero. Lo stesso effetto può essere prodotto da una serie di farmaci o composti chimici, quali metanolo, cloramfenicolo, piombo, etambutolo e digitale.

Il principale sintomo dell'ambliopia tossica è una grave riduzione della vista, indolore e senza alterazioni oculari evidenti. Nel giro di giorni o settimane, la malattia è responsabile della comparsa di scotomi, alterazioni del senso cromatico, fotofobia e irritazione oculare.

La vista può migliorare evitando l'esposizione alla sostanza tossica in causa, a meno che il nervo ottico non si sia atrofizzato.

Immagini simili