“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?

Le "voglie" sono il desiderio improvviso di mangiare un particolare cibo durante la gravidanza.

Prima di tutto, va detto che il concepimento avvia un cambiamento ormonale che predispone l'organismo al parto e comporta, tra i vari effetti, anche l'alterazione di gusto ed olfatto. Inoltre, queste variazioni possono far aumentare l'appetito, in genere, dopo il 4°-5° mese. Ciò stimola il bisogno di spuntini ricorrenti e la comparsa di "voglie" particolari.

Entro certi limiti, è possibile assecondare questi piccoli desideri alimentari, se la gestante non ha problemi di sovrappeso. Secondo alcune teorie, infatti, le "voglie" corrisponderebbero a stimoli dell'organismo innescati per compensare la carenza di determinati elementi nutritivi. Va ricordato, però, che assecondarle deve rappresentare un'eccezione, mentre, di norma, è bene seguire una dieta equilibrata.

Immagini simili