Rinostil - Foglio Illustrativo

Principi attivi: Olio Essenziale di Eucalipto, Clorobutanolo, Canfora, Timolo, Mentolo

Soluzione Oleosa rinologica

I foglietti illustrativi di Rinostil sono disponibili per le confezioni:


Fonte Foglietto Illustrativo: AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Contenuto pubblicato a Gennaio 2016. Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate. Per avere accesso alla versione più aggiornata, si consiglia l'accesso al sito web dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Disclaimer e informazioni utili.


01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

RINOSTIL

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Principio attivo: Olio Ess. Eucaliptus g 1,5 - Clorobutanolo g 0,5 - Canfora g 0,20 - Timolo g 0,04 - Mentolo g 0,20

Eccipienti: Olio di Vaselina q.b. a g 100.

03.0 FORMA FARMACEUTICA

Soluzione Oleosa rinologica.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Decongestionante del rinofaringe.


04.2 Posologia e modo di somministrazione

Adulti: 9-10 gocce per ogni cavità nasale 4 o 5 volte al giorno. Bambini: 2-3 gocce per ogni cavità nasale 4 o 5 volte al giorno. Nelle riniti infantili può essere applicato nelle narici del bambino mediante batuffoli di cotone. Non superare le dosi consigliate.


04.3 Controindicazioni

Questo prodotto è controindicato in quegli individui che hanno dimostrato ipersensibilità verso qualcuno dei suoi componenti. Esso è inoltre controindicato nei bambini inferiori a due anni con predisposizione al laringospasmo e alle convulsioni; deve essere usato con precauzione anche nei bambini di età superiore.


04.4 Avvertenze speciali e opportune precauzioni d'impiego

Avvertenze: Se dopo breve periodo di trattamento non si hanno risultati apprezzabili o si manifestano segni di irritazione e sensibilizzazione sospendere la cura e consultare il medico al fine, se necessario di istituire una terapia idonea.


04.5 Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono note con altri farmaci.


04.6 Gravidanza ed allattamento

-----


04.7 Effetti sulla capacita' di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

-----


04.8 Effetti indesiderati

E' possibile con l'uso prolungato o ripetuto del prodotto la comparsa di segni o sintomi di irritazione o sensibilizzazione. Il Mentolo o la Canfora applicati per via nasale nei bambini possono causare spasmo della glottide.


04.9 Sovradosaggio

-----

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE

L'olio rinobalsamico per instillazioni RINOSTIL è un farmaco che risulta dall'associazione di sostanze balsamiche dotate di azione modicamente antisettica ed espettorante. La facilita' con la quale può essere applicato e la fluidità del mezzo nel quale sono sciolte le sostanze balsamiche, antisettiche e decongestionanti, permettono di portare su tutta la mucosa del cavo naso-faringeo l'azione risolvente e fluidificante del medicamento.


05.1 Proprieta' farmacodinamiche

-----


05.2 Proprieta' farmacocinetiche

-----


05.3 Dati preclinici di sicurezza

-----

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

-----


06.2 Incompatibilità

Non sono note incompatibilità chimico fisiche verso altri componenti.


06.3 Periodo di validità

5 anni.


06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Si conserva nelle comuni condizioni di magazzino.


06.5 Natura del confezionamento primario e contenuto della confezione

Flacone in vetro bruno corredato di contagocce


06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione

-----

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO

Laboratorio Chimico Deca Dr. Capuani s.r.l., via Balzaretti 17 - Milano. Il Rinostil è preparato, confezionato e controllato da Lab.It.Bioch.Farm.co Lisapharma, via Licinio 11, Erba (Co).

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO

011033014 commercializzato 29/11/1980.

09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE O DEL RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE

-----

10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

-----

11.0 PER I RADIOFARMACI, DATI COMPLETI SULLA DOSIMETRIA INTERNA DELLA RADIAZIONE

12.0 PER I RADIOFARMACI, ULTERIORI ISTRUZIONI DETTAGLIATE SULLA PREPARAZIONE ESTEMPORANEA E SUL CONTROLLO DI QUALITÀ