Le Ricette di Alice www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette Ricette di Alice
Fine ricetta

Ingredienti Ricetta

Per circa 250 g di ricotta

Materiale Occorrente

  • Fuscella
  • Canovaccio
  • Setaccio
  • Schiumarola
  • Termometro per alimenti
  • Cucchiaio di legno

Valori Nutrizionali

Valori nutrizionali (100 g) ATTENZIONE! A causa dell'impossibilità di stimare quantitativamente la porzione solida ricavata (così come quella liquida in avanzo), a fianco non saranno citati i dettagli nutrizionali dell'alimento.
La Finta Ricotta dovrebbe essere un alimento mediamente energetico, con un apporto calorico imputabile prevalentemente alle proteine e ai lipidi, mentre i glucidi rivestono un ruolo meno cruciale. Gli acidi grassi dovrebbero risultare soprattutto saturi, il colesterolo rilevante e le fibre assenti.
La Finta Ricotta è idonea alla maggior parte dei regimi alimentari (latto-vegetariani compresi), eccezion fatta per gli intolleranti al lattosio ed i vegani. In caso di ipercolesterolemia e sovrappeso è consigliabile ridurne le quantità. La porzione media è di circa 70-150g.

Carboidrati: 0.00 g

Proteine: 0.00 g

Grassi: 0.00 g
  di cui saturi: 0.00 g
di cui monoinsaturi: 0.00 g
di cui polinsaturi: 0.00 g
Colesterolo: 0.00 g
Fibre: 0.00 g

(Finta) Ricotta Facile e Veloce

Categoria: Secondi piatti / Ricette per Vegetariani / Ricette per Diabetici / Ricette Senza Glutine
Tempo di Preparazione 20 minuti
Note:
Per quante persone 4 persone Costo: basso

Descrizione Ricetta

  1. Versare il latte intero in una casseruola e portare ad 80°C.
  2. Nel frattempo, foderare un colino con un canovaccio pulito, dunque sistemare il tutto sopra ad una ciotola.
  3. Quando il latte raggiunge la temperatura, versare lentamente e poco per volta l'aceto di riso e l'aceto di vino bianco.

Le alternative Ok
In alternativa all'aceto di riso e di vino, è possibile utilizzare succo di limone (4 cucchiai) oppure 20 g di acido citrico sciolto in poca acqua tiepida. Si consiglia di non utilizzare solo aceto di vino per evitare che la ricotta abbia un sapore eccessivamente acido: l'aceto di riso, essendo più delicato, non inciderà sul sapore della ricotta.

  1. Continuare a mescolare con un cucchiaio di legno: si noterà la formazione di coaguli bianchi. Man mano che affiorano, prelevare i fiocchi di latte con una schiumarola e riunirli nel canovaccio collocato sopra al colino.
  2. Procedere in questo modo fino a quando non si noterà più alcun fiocco nel latte.

Perché si forma la cagliata?
La cagliata si forma grazie ad una combinazione di due elementi: il calore e l'acidità. Le alte temperature facilitano la coagulazione delle siero-proteine, mentre il basso pH (reso dall'aceto) favorisce la coagulazione delle caseine.

  1. Lasciar sgocciolare la ricotta nel canovaccio, evitando di esercitare eccessiva pressione: la ricotta non deve risultare troppo asciutta.
  2. In questo momento, salare la ricotta a piacere, e mescolare per distribuire il sale in maniera uniforme: la ricotta impiegherà circa 5 minuti per sgocciolare.
  3. A questo punto, prelevare la ricotta dal canovaccio con un cucchiaio od un mestolo e, per una miglior presentazione, riunirla in una fuscella.
  4. Premere delicatamente per conferire la classica forma della ricotta, dunque rovesciare la fuscella.
  5. La ricottina è pronta: si può degustare calda oppure lasciar raffreddare in frigo e servire fredda.
  6. La ricottina si conserva in frigo per 2-3 giorni. Si sconsiglia il congelamento.

Il commento di Alice - PersonalCooker

La ricottina fatta in casa, nella sua versione semplificata, è deliziosa quando degustata fredda, magari con un cucchiaino di miele o di malto d'orzo. Ma sapete, a me piace anche calda, appena fatta. Provatela: è squisita!
E se non siete amanti del latte animale, provate la ricotta vegetale con il latte di soia!