Destrometorfano

Vedi anche: Bechici utili nella cura della tosse

Generalità

Il destrometorfano è un farmaco antitutissivo ottenuto per via sintetica a partire dalla morfina.

Al contrario del suo precursore, il destrometorfano è destrogiro ed è per questo incapace di legarsi ai recettori oppioidi; in altre parole, a differenza della morfina, è privo di qualsiasi attività analgesica e non ha effetti stupefacenti. DestrometorfanoIl destrometorfano mantiene tuttavia una potente azione antitussiva che - associata alla sua buona biodisponibilità in forma orale - ha contribuito a renderlo uno dei più popolari farmaci contro la tosse.

Il destrometorfano rientra frequentemente anche nelle preparazioni medicinali contro il raffreddore, negli antistaminici e nei farmaci antidecongestionanti.

Meccanismo d'azione

Una volta ingerito va ad agire sui recettori non oppioidi presenti a livello del sistema nervoso centrale e sulla neurotrasmissione serotoninergica, innalzando la soglia di stimolo del riflesso della tosse.

Modo d'uso ed Effetti Collaterali

Il destrometorfano viene generalmente somministrato attraverso sciroppi, compresse o pastiglie sotto diversi marchi farmaceutici o con etichette generiche.

Il dosaggio consigliato è generalmente di 15-60 mg da assumere per 2/3 volte al giorno. Gli effetti collaterali sono minimi, tant'è vero che viene commercializzato come farmaco OTC ("on the counter" o da banco); a dosaggi dieci volte maggiori (superiori a 200-300 mg/die) può indurre alterazioni visive - uditive (allucinazioni) crisi convulsive ed alterazioni del ritmo cardiaco. La dose tossica è anche in relazione agli altri costituenti del farmaco.


Per maggiori informazioni sul destrometorfano, consulta il foglietto illustrativo delle specialità che lo contengono, come Bisolvon Tosse Sedativo.


Foto, Curiosità, Approfondimenti