Aorta Ascendente

Generalità

L'aorta ascendente è il primo tratto importante dell'aorta, ossia l'arteria principale del corpo umano.

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/16/aorta-ascendente-orig.jpeg

Collegata al ventricolo sinistro del cuore e orientata verso il capo (quindi verso l'alto), l'aorta ascendente nasce a livello della terza articolazione sterno-costale e termina, continuando con l'arco aortico, alla stessa altezza dell'articolazione manubrio-sternale e della IV vertebra toracica.
Lunga in genere 5-6 centimetri e larga solitamente non più di 3 centimetri, l'aorta ascendente è la sede d'origine dell'arteria coronaria destra e dell'arteria coronaria sinistra, cioè i vasi arteriosi destinati a nutrire e mantenere in vita il cuore.
Dal punto di vista patologico, l'aorta ascendente può essere vittima di fenomeni di dilatazione, di aneurismi o di calcificazioni.

Breve ripasso dell'aorta

L'aorta è l'arteria più grande e importante del corpo umano.
Con origine nel cuore (per la precisione dal ventricolo sinistro del cuore), questo fondamentale vaso arterioso è fornito di numerose ramificazioni, attraverso le quali provvede a rifornire di sangue ossigenato ogni distretto del corpo umano, dalla testa agli arti inferiori, passando per gli arti superiori e il tronco.
Analizzandola dal principio, l'aorta è didatticamente suddivisibile in due grandi sezioni consecutive: l'aorta toracica, occupante la porzione anatomica del torace, e l'aorta addominale, situata nella porzione anatomica dell'addome.

Cos'è l'Aorta Ascendente?

L'aorta ascendente è il primo tratto rilevante nell'anatomia dell'aorta toracica.
Questo vuol dire che, essendo l'aorta toracica la prima sezione dell'aorta, una definizione altrettanto valida alla precedente di aorta ascendente può essere: l'aorta ascendente è il primo importante tratto dell'aorta.

Anatomia

Collegata al ventricolo sinistro del cuore e situata nel pericardio, l'aorta ascendente nasce a livello del bordo inferiore della terza articolazione sterno-costale, posteriormente alla metà sinistra dello sterno.

La terza (III) articolazione sterno-costale è l'articolazione che unisce lo sterno – cioè l'osso lungo a piatto situato al centro del torace e costituente una parte fondamentale della gabbia toracica – alla cartilagine costale della terza costa (o costola).

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/16/aorta-ascendente-lo-sterno-come-punto-d-origine-orig.jpeg

Fin dall'origine, l'aorta ascendente possiede un orientamento verso l'alto (ciò spiega il perché del termine "ascendente") e tendente verso sinistra e in avanti.
Il suo decorso termina a livello dell'articolazione manubrio-sternale, la quale si pone alla medesima altezza della seconda articolazione sterno-costale e della IV vertebra toracica; laddove l'aorta ascendente termina, ha inizio immediatamente il cosiddetto arco aortico.

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/16/aorta-ascendente-arco-aortico-e-branche-orig.jpeg

Lungo 5-6 centimetri e dalla caratteristica forma ricurva, l'arco aortico è il secondo tratto importante dell'aorta toracica (e, visto il suo collegamento diretto con l'aorta ascendente, è anche il secondo tratto rilevante dell'aorta nel suo insieme).
All'arco aortico si deve il cambio di orientamento dell'aorta – orientamento che proietta quest'ultima verso il basso – e la nascita delle prime tre ramificazioni di grosso calibro dell'arteria più grande del corpo umano, ossia il tronco brachiocefalico, la carotide comune sinistra e la succlavia sinistra.

Dal punto di vista delle dimensioni, l'aorta ascendente misura generalmente 5-6 centimetri in lunghezza e 3 centimetri in diametro (N.B: queste misure variano in base all'età e alla grandezza del corpo umano).

Lo sapevi che…

In un individuo molto alto e di notevole corporatura, l'aorta ascendente può possedere un diametro superiore ai 4 centimetri.

Origine dell'aorta ascendente: i dettagli

L'aorta ascendente trae origine nella parte superiore della base del ventricolo sinistro del cuore; qui, è in collegamento con la valvola aortica (ossia la valvola che regola il passaggio di sangue ossigenato dal cuore all'aorta), attraverso la cosiddetta radice aortica.
La radice aortica è definibile come il breve segmento di aorta ascendente, che va dal cosiddetto anulus aortico (anello fibroso che contorna l'orifizio della valvola aortica) alla cosiddetta giunzione seno-tubulare (regione di confine che segna la fine di ogni rapporto tra l'aorta ascendente e la valvola aortica).

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/16/arco-aortico-il-bulbo-aortico-orig.jpeg

L'elemento più caratteristico della radice aortica è la sua primissima porzione, denominata bulbo aortico; quest'ultimo è un rigonfiamento, frutto della presenza dei tre cosiddetti seni aortici (o seni di Valsalva), in ciascuno dei quali è contenuto uno dei tre lembi della valvola aortica.
Ricapitolando, quindi, l'aorta ascendente inizia il proprio decorso con una struttura particolare (la radice aortica), il cui caratteristico rigonfiamento iniziale (il bulbo aortico) rappresenta, di fatto, l'elemento di collegamento con il cuore.

Lo sapevi che…

Per la maggioranza degli anatomisti, la radice aortica appartiene all'aorta ascendente; per una piccola fazione di esperti, invece, è un elemento a sé stante.
Come i lettori possono notare dalla descrizione sopra riportata, questo articolo si schiera con la visione più comune, quindi considera la radice aortica l'elemento dell'aorta ascendente che congiunge quest'ultima alla valvola aortica.

Porzioni centrale e terminale dell'aorta ascendente: i dettagli

Se per la porzione centrale dell'aorta ascendente non c'è alcun particolare anatomico da segnalare, per la porzione terminale dell'aorta ascendente (cioè poco prima dell'arco aortico) è doveroso comunicare ai lettori la presenza di un leggero rigonfiamento esclusivamente sul lato destro, che prende il nome grande seno aortico.

Branche dell'arco aortico

Per capire…

Le branche di un'arteria sono le sue diramazioni.

Poco oltre i seni aortici, ma sempre entro la radice aortica, l'aorta ascendente dà origine a due branche di piccolo calibro, che sono le famose arteria coronaria sinistra e arteria coronaria destra. Orientate rispettivamente verso sinistra e verso destra, l'arteria coronaria sinistra e l'arteria coronaria destra sono i vasi arteriosi preposti a diffondere il sangue ossigenato nel miocardio (cioè il muscolo cardiaco), mantenendo così in vita il cuore.

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/16/aorta-ascendente-coronarie-orig.jpeg
Arterie coronarie

Relazioni dell'aorta ascendente

L'aorta ascendente confina:

  • Anteriormente e solo per la porzione iniziale, con l'arteria polmonare principale (o tronco polmonare) e l'auricola destra.
  • Anteriormente e nella regione superiore, con lo strato di pericardio interposto tra essa e lo sterno, la pleura destra e il timo.
  • Posteriormente, con l'arteria polmonare destra e il bronco principale destro.
  • Alla sua destra, con l'atrio destro del cuore.
  • Alla sua sinistra, con l'atrio sinistro e il tratto superiore dell'arteria polmonare principale.

Funzione

L'aorta ascendente ricopre due importanti funzioni: una più generale, che consiste nell'assicurare la diffusione del sangue ossigenato in uscita dal cuore verso i successivi segmenti dell'aorta (arco aortico, aorta discendente e aorta toracica), e una più specifica, che consiste invece nell'incanalare il sangue ossigenato nelle arterie coronarie, ossia le arterie preposte a mantenere in vita il cuore.

Patologie

L'aorta ascendente può essere vittima di fenomeni di dilatazione, di aneurismi o di calcificazioni.

Dilatazione dell'aorta ascendente

Con dilatazione dell'aorta ascendente, i medici intendono qualsiasi rigonfiamento localizzato del tratto di aorta in questione, tale per cui il diametro vasale misura più di 3,5 centimetri ma meno di 4,5 centimetri.
Di norma, la dilatazione dell'aorta ascendente non è associata ad alcuna sintomatologia, ma ciò non vuol dire che non sia pericolosa; laddove l'aorta ascendente è dilatata, infatti, le pareti vasali sono più delicate e facili alla rottura, e il flusso sanguigno più turbolento e incline a dar luogo a trombi o coaguli sanguigni anomali.
Attualmente, i medici non hanno ancora riconosciuto una causa precisa all'origine della dilatazione dell'aorta ascendente; tuttavia, concordano sul fatto che abbiano un'influenza fondamentale sul fenomeno in questione fattori come:

Lo sapevi che…

La rottura di un vaso importante come l'aorta può dar luogo a un'emorragia interna dall'esito spesso letale; la formazione di trombi o coaguli sanguigni anomali nell'aorta, invece, può rappresentare l'innesco per episodi di ictus od ostruzione delle arterie coronarie.

Aneurisma dell'aorta ascendente

Gli aneurismi dell'aorta ascendente sono rigonfiamenti localizzati del tratto di aorta in questione, tali per cui il diametro vascolare arriva a misurare almeno 1,5 centimetri in più rispetto al normale.
Da un certo punto di vista, gli aneurismi dell'aorta ascendente sono casi di dilatazione molto gravi, in cui il calibro vasale ha superato i 4,5 centimetri.

http://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/03/16/aorta-ascendente-aneurisma-orig.jpeg

Sebbene manchino spesso di una sintomatologia correlata, gli aneurismi dell'aorta ascendente rappresentano un'importante minaccia per la sopravvivenza di chi ne è portatore; in modo perfino peggiore rispetto alle dilatazioni sopradescritte, infatti, sono presenze che rendono più fragile e soggetta a rottura la parete vascolare del tratto di aorta interessato, e che favoriscono la formazione di coaguli sanguigni anomali o trombi.
Al momento attuale, la causa precisa degli aneurismi dell'aorta ascendente è sconosciuta; tuttavia, come nel caso della dilatazione dello stesso tratto di aorta, i medici concordano sulla loro correlazione a fattori come: invecchiamento, aterosclerosi, ipertensione, fumo di sigaretta, vasculite e predisposizione genetica.

Lo sapevi che…

In medicina, gli aneurismi dell'aorta ascendente sono casi particolari di aneurisma dell'aorta toracica.

Calcificazione dell'aorta ascendente

I medici parlano di calcificazione dell'aorta ascendente, quando su quest'ultima si formano depositi di calcio che ne riducono l'elasticità e la rendono più rigida.
Correlata principalmente all'aterosclerosi e a condizioni meno comune come l'arterite di Takayasu, la calcificazione dell'aorta ascendente comporta problemi di perfusione sanguigna.

Foto, Curiosità, Approfondimenti