Lievito di Birra

Questo articolo è relativo all'impiego del Lievito di Birra come integratore; per l'utilizzo in cucina clicca qui

Generalità

Per lievito di birra si è soliti intendere un fungo microscopico, formato da colonie di Saccharomyces cerevisiae, ottenute per fermentazione.

In particolare, le cellule del lievito vengono coltivate su un substrato di malto (orzo germogliato) all'interno di fermentatori dove si moltiplicano migliaia di volte.
Lievito di birra Alla fine di tale processo, le cellule vengono separate dal substrato nutritizio, lavate ed essiccate ad una temperatura che non supera i 40 gradi centigradi.


Il lievito di birra costituisce una fonte ricca e completa di vitamine B, spesso assunte in scarse quantità nelle diete iperlipidiche, o iperglucidiche, o iperproteiche, oppure quando il consumo di alcool, sigarette o caffè è elevato.
Il gruppo B è un insieme di vitamine molto importante anche per gli sportivi, i bambini in crescita e le persone convalescenti, perché facilita la trasformazione di proteine, carboidrati e lipidi in energia.
Il lievito di birra contiene tutte le vitamine del gruppo B, dosate in buone proporzioni per una loro corretta integrazione (le vitamine del complesso B agiscono in sinergia fra loro, intervenendo sui sistemi di regolazione del metabolismo). Fa però eccezione la vitamina B12, carente nelle diete vegane, essendo tipica del regno animale.
Nel lievito di birra, alle vitamine del gruppo B si aggiungono selenio, cromo (cofattore dell'insulina e preventivo del diabete mellito), glutatione, zolfo, aminoacidi essenziali (leucina, valina, isoleucina, treonina, fenilalanina, metionina, triptofano, lisina) fosforo, potassio e magnesio.

Indicazioni

Perché si usa il lievito di birra? A cosa serve?

La ricchezza di micronutrienti ed oligoelementi costituisce sicuramente il fattore determinante nell'uso del lievito di birra come integratore.
Più precisamente, al lievito di birra vengono attribuite:

Proprietà ed Efficacia

Quali benefici ha dimostrato il lievito di birra nel corso degli studi?

Nonostante le numerosissime funzioni biologiche attribuite al lievito di birra, e le sue ricche caratteristiche nutrizionali, la letteratura scientifica appare alquanto dibattuta sulle reali potenzialità ed applicazioni cliniche.
Al momento, le principali attività preventive e cliniche ascrivibili al lievito di birra, andrebbero ricondotte, più che alla ricchezza di vitamine del gruppo B, alla presenza di alcune proteine ricche in selenio e cromo.
Secondo diversi autori, tali proteine risulterebbero responsabili, almeno in vitro e in modelli sperimentali, di un'apprezzabile attività antitumorale nei confronti di carcinomi particolarmente aggressivi, come quelli del polmone, della prostata e del colon-retto.
Resterebbero invece da indagare con maggior accuratezza tutte quelle attività “nutrizionali” del lievito di birra correlate all'abbondante quantità di vitamine del gruppo B, aminoacidi essenziali, Beta-glucani ed altri principi attivi.

Dosi e Modo d'uso

Come usare il lievito di birra?

Il lievito di birra è commercializzato sotto forma di fiocchi, polvere, tavolette e capsule.
Il dosaggio varia a seconda delle necessità, del tipo di preparazione e dell'eventuale contestuale presenza di altri principi attivi.
Generalmente, non dovrebbe essere superato il limite giornaliero di 400 mg, avendo cura - al fine di evitare spiacevoli inconvenienti gastro-intestinali - di raggiungere progressivamente il dosaggio utile.

Effetti Collaterali

L'uso di lievito di birra, in concomitanza ad altri lieviti, potrebbe determinare l'insorgenza di gonfiore addominale, flatulenza e meteorismo.
Rari sono stati gli episodi di reazioni allergiche degne di nota.

Controindicazioni

Quando non dev'essere usato il lievito di birra?

L'uso di Lievito di birra è controindicato in caso di ipersensibilità ai lieviti o di terapie farmacologiche con inibitori delle monoamino ossidasi.

Interazioni Farmacologiche

Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto del lievito di birra?

La contestuale assunzione di lievito di birra e di inibitori delle monoamino ossidasi potrebbe determinare un indesiderato effetto ipertensivo.

Precauzioni per l'uso

Cosa serve sapere prima di prendere il lievito di birra?

Vista l'assenza di studi relativi alla sicurezza e all'efficacia a lungo termine nelle gestanti, l'uso di integratori a base di lievito di birra andrebbe evitato durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento al seno.