Pilosella

Generalità

Botanica e descrizione della pilosella

La pilosella o pelosella (nome botanico Hieracium pilosella) è una pianta erbacea ispida e perenne, appartenente alla famiglia delle Composite (Asteraceae).
PilosellaNota anche come “orecchio di topo” o “lingua di gatto” - per la forma a rosetta delle foglie basali, ricoperte da bianca peluria (da cui il nome pelosella) - cresce spontanea nei luoghi aridi, montuosi e soleggiati dell'Europa e dell'Asia del nord.
La scienza che si occupa dell'impiego dei medicamenti vegetali per la cura delle malattie umane, nota ai più come fitoterapia, attribuisce alla pilosella proprietà diuretiche, antibiotiche e antinfiammatorie.
La droga della pilosella, dotata delle suddette proprietà fitoterapiche, è rappresentata dall'intera pianta fiorita. Uno dei suoi componenti più conosciuti è l'umbelliferone, un composto cumarinico dotato di potenzialità antibiotiche utili nella cura della brucellosi.

Indicazioni

Quando usare la pilosella?

La pilosella viene consigliata soprattutto in caso di:

Per dimostrare l'efficacia dell'orecchio di topo per questi usi è necessaria maggiore evidenza scientifica.

Proprietà ed Efficacia

Quali benefici ha dimostrato la pilosella nel corso degli studi?

La moderna fitoterapia attribuisce alla pilosella proprietà:

Proprietà diureticHE della pilosella

Le proprietà diuretiche e drenanti della pilosella, attribuibili principalmente ai flavonoidi (luteoloside), sono universalmente note, e la rendono utile nel trattamento di vari condizioni o patologie (in queste ultime, sotto forma di coadiuvante).

Proprietà coleretica e colagoga della pilosella

Alla pilosella viene riconosciuta anche la capacità di promuovere l'escrezione e il deflusso della bile (possiede un'azione coleretica e colagoga), che contribuisce alla detossificazione epatica.

Proprietà antibiotica della pilosella

Uno dei suoi componenti più conosciuti è l'umbelliferone, un composto cumarinico dotato di proprietà antibiotiche, utili nella cura della brucellosi. Nota anche come febbre maltese, la brucellosi è una malattia infettiva batterica tipica di alcune specie animali, che la trasmettono all'uomo per via diretta o indiretta (attraverso il consumo di alimenti infetti, come latte e formaggi freschi).

Proprietà antinfiammatoria e antispastica della pilosella

La pilosella è dotata di alcune proprietà antinfiammatorie e antispastiche.
In particolare, gli estratti della sua droga sono stati utilizzati nel trattamento dell'asma e della bronchite, nonché per alleviare lE flogosi dei reni o del tratto urinario in genere.

Proprietà schermante dai raggi UV

In campo cosmetico, la pilosella - grazie al contenuto in umbelliferone - rientra in molte preparazioni topiche per la protezione solare.

Dosi e Modo d'Uso

Come usare la pilosella?

La pilosella si utilizza principalmente per via orale (tranne che per le ferite e per la formulazione delle creme solari); viene assunta soprattutto a scopo estetico nella lotta contro la ritenzione idrica, il gonfiore delle caviglie e delle gambe, e la cellulite.
Le modalità d'utilizzo per os sono l'infuso, le capsule e l'estratto liquido.

  • Infuso: 5-10 grammi di pilosella secca in 1 litro di acqua bollente; lasciare infondere per 10 minuti. La dose consigliata è di una tazza alla mattina e una a mezzogiorno.Pilosella Fiori Essiccati
  • Capsule: contengono mediamente 200 mg di pilosella in estratto secco. Si consiglia di assumerne 2 alla mattina e due a mezzogiorno con un bicchiere d'acqua.
  • Estratto liquido: da assumere in quantità di 30 gocce per tre volte al giorno, diluite in un bicchiere d'acqua.

Effetti Collaterali

Fino ad oggi non sono stati riportati effetti collaterali di natura tossica, nemmeno dopo un uso prolungato.
Si consiglia comunque di non superare il dosaggio consigliato.

Controindicazioni

Quando non dev'essere usata la pilosella?

L'unica controindicazione nota è in caso di allergia specifica; spesso sono implicate anche altre piante appartenenti alla famiglia botanica delle Asteraceae (crisantemi, margherite ecc).

Interazioni Farmacologiche

Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto della pilosella?

La pilosella può determinare alcuni effetti indesiderati, se associata ai farmaci (o integratori) diuretici di sintesi.
Per la verità, non stiamo parlando di una vera e propria interazione chimica, ma piuttosto di un'amplificazione del risultato. L'uso parallelo di prodotti diuretici e pilosella potrebbe determinare un eccesso della filtrazione e dell'escrezione renale, con conseguente disidratazione sistemica.
I diuretici sono principi farmacologici (di sintesi o naturali) utilizzati per la cura di varie patologie, come l'ipertensione, gli edemi, ascite ecc. o inestetismi come la ritenzione idrica, la cellulite ecc. Tuttavia è importante sottolineare che, nonostante intervengano positivamente su queste malattie o condizioni, la loro applicazione ha un limite di sicurezza.
Per capirci, l'effetto terapeutico non è direttamente proporzionale alla dose, che, se in eccesso, può scatenare degli effetti indesiderati anche gravi. Ecco perché, soprattutto in clinica, si preferisce associare più farmaci con meccanismi differenti.
In definitiva, l'utilizzo della pilosella come rimedio fitoterapico è consigliato SOLO in assenza di altri diuretici.

Precauzioni per l'Uso

Cosa serve sapere prima di prendere la pilosella?

Alle dosi consigliate, la pelosella è una pianta sicura; è comunque importante evitare il suo utilizzo in gravidanza e allattamento (a scopo cautelativo).
Da evitare, inoltre, il superamento delle dosi consigliate e l'associazione con certi farmaci senza aver prima consultato il proprio medico curante, che dovrà essere interpellato anche qualora si volesse utilizzare la pilosella per curare patologie quali l'ipertensione, la brucellosi e la gotta, anche se presenti in forma lieve.