Thermo Stack 2 - Maximize

Thermo Stack 2 - Maximize

Informazioni su Thermo Stack 2 - Maximize

THERMO STACK 2 - MAXIMIZE

Integratore alimentare  a base di estratti vegetali

 

FORMATO
Confezione da 60 capsule


COMPOSIZIONE


Salice bianco (Salix alba, corteccia) estratto secco tit. 27% salicina, involucro: gelatina alimentare;  guaranà (Paullinia cupana, semi) estratto secco tit. 22% caffeina; Citrus aurantium var. amara scorza dei frutti estratto secco tit. 20% sinefrina; cola noci (Cola nitida, semi) estratto secco tit. 10% caffeina; colorante: E171.

 

Tenore Medio in Elementi Caratterizzanti

Per 2 cps

Salice Bianco e.s.

250 mg

Guaranà e.s.

450 mg

apporto in Caffeina

99 mg

Citrus Aurantium e.s.

300 mg

apporto in sinefrina

30 mg

Cola Noci e.s.

300 mg

apporto in Caffeina

30 mg

Caratteristiche del prodotto Thermo Stack 2 - Maximize

Termogenici: sono integratori che nascono come coadiuvanti del processo di dimagrimento, agendo su uno dei meccanismi cruciali nel controllo del peso. La termogenesi, infatti, necessaria a garantire la temperatura corporea e la corretta funzionalità degli organi interni,  rappresenta una delle attività che incidono maggiormente sul bilancio energetico giornaliero. Si è infatti stimato che solamente la termogenesi indotta dalla dieta, ossia quell'energia impegnata per digerire, assorbire e metabolizzare i nutrienti, rappresenta ben il 10% del fabbisogno energetico giornaliero. Tuttavia, a fianco di questa che potremmo definire come obbligata, esiste un'altra termogenesi, detta facoltativa, modulabile da una serie di molecole in grado di potenziare l'attività simpatica del sistema nervoso, ed interagire con recettori cellulari potenziando l'attività  di alcuni pathway biologici. Ed è proprio questo il target degli integratori termogenici, in grado di mimare l'azione delle catecolammine o di indurne la sintesi, e modulare l'attività adrenergica intervenendo in particolare sui recettori Beta 3, responsabili della lipogenesi al livello del tessuto adiposo. Quest'ultimo, infatti, ed in particolare una sua varietà nota come tessuto adiposo bruno o multiloculare - mantenuta in sede ascellare, mediastinica, inguinale e cervicale - grazie alla presenza di proteine disaccoppianti, può dissipare in energia termica gran parte del gradiente protonico generalmente utilizzato per la sintesi di ATP,  garantendo così un incremento della temperatura corporea.
Questo dispendio energetico, se assocciato ad una dieta ipocalorica e ad altre variabili in grado di aumentare ulteriormente il fabbisogno giornaliero, può incidere significativamente sull'economia organica generale, facilitando la discesa del peso.
Nonostante teoricamente il tutto sembri alquanto lineare, va sottolineato come la riduzione dell'introito alimentare, venga letta dall'organismo come una "carenza", che lo induce a migliorare la propria efficacia metabolica, con ripercussioni negative sulla termogenesi, gia ridotta nella sua componente legata alla dieta, contrastando il proseguimento del calo peso. Se a questo si aggiunge una serie di alterazioni ed un appiattimento della termogenesi negli indiviui obesi, si può facilmente comprendere come di per sé, questo processo, rappresenti un limite ma allo stesso tempo un campo di miglioramento importante per la comprensione dei complicati meccanismi che controllano l'ago della bilancia.

Composizione del prodotto in breve:

Thermo Stack 2 - Maximize

Salice bianco: l'importanza fitoterapica è legata alla presenza di salicilati nella sua corteccia, tra i quali la salicina, un analogo dell'acido acetilsalicilico con le medesime proprietà anti-infiammatorie, antifebbrili ed antidolorifiche, ma privo dei suoi effetti collaterali (irritazione della mucosa gastrica e aumento della fluidità ematica). Da sola, la salicina non si è dimostrata particolarmente attiva nel coadiuvare la perdita di peso, ma somministrata insieme ad altre sostanze (xantine in particolare), sembra poterne promuovere l'attività anoressizzante e termogenica.
Particolare attenzione va prestata nell'utilizzo in soggetti allergici ai salicilati.

Guaranà: gli effetti energizzanti e stimolanti legati a questa pianta si devono alla presenza di guaranina (analogo della caffeina) e della stessa caffeina. Naturalmente, tutti i benefici (aumento della frequenza e della tensione cardiaca, lucidità mentale, miglioramento della digestione, proprietà analgesiche, diuretiche e naturalmente termogeniche) sono riportabili a quelli della caffeina,   grazie ad un'azione simpaticomimetica. Dosi eccessive di guaranà, considerando che mediamente contiene il 4-5% di guaranina, potrebbero ripercuotersi sull'apparato cardiovascolare (tachicardia, extrasistoli) e nervoso (ansia, ipereccitabilità ed agitazione).
Citrus Aurantium: pianta del sud est asiatico ricca di glucosidi flavonoici, cumarina, aldeidi e monoterpeni. Tra i principi biologicamente più attivi si ritrovano la sinefrina e l'octopamina. I loro effetti si concretizzano in:

  1. Azione simpaticomimetica: sono in grado di attivare i recettori adrenergici alfa 1 e indurre vasocostrizione periferica;
  2. Azione termogenica: prive evidenze sperimentali mostrano la capacità di questi principi di agire sui recettori beta 3 e indurre lipogenesi.

All'assunzione di dosi massiccie sinefrina sono associati vari disturbi, da tremori a cefalee, da tachicardia a ipertensione, sino ad aritmie ed arresto cardiaco; tuttavia non se ne conoscono le quantità potenzialmente pericolose.

Cola noci e Caffeina: frutto della pianta della cola, appartenente alla stessa famiglia del cacao. Il sapore particolarmente amaro della cola si deve alla presenza di  metilxantine, in particolare di caffeina. Questa, una volta messa in circolo, viene utilizzata dai vari tessuti ed agisce a  livello dello stomaco, favorendo la secrezione acida, del cuore, aumentandone la frequenza e l'intensità, dell'apparato respiratorio, migliorando le capacità ventilatorie, del tessuto muscolare, migliorando contrazione e perfusione ematica, del sistema urinario, garantendo vasodilatazione delle arteriole e facilitando la filtrazione, e del sistema nervoso, incrementando la secrezione di catecolammine con conseguente attivazione del simpatico (importante per sostenere la termogenesi). La dose massima sicura utilizzata negli studi è di 300 mg, oltre i quali si registrano tremori, ansia, tachicardia, insonnia ed eccitazione. L'uso prolungato di caffeina, invece, rappresenta un importante fattore di rischio per le patologie del tratto gastro intestinale, cardiovascolare e nervoso (emicrania).

Razionale dell'integrazione nella pratica sportiva Thermo Stack 2 - Maximize

Questo tipo di integratore può a pieno diritto essere inserito nella categoria dei termogenici. Questi integratori vanno distinti dai cosiddetti brucia grassi, in quanto non prevedono nella loro composizione sostanze in grado di alterare il metabolismo ossidativo lipidico. Il loro principale effetto, come dimostrato da alcuni studi, si esplica attraverso l'induzione della termogenesi, garantendo quindi l'aumento del dispendio energetico necessario a coadiuvare la fase di dimagrimento. Naturalmente, affinché questi prodotti possano garantire dei risultati tangibili, devono necessariamente essere associati ad una dieta ipocalorica e ad un'attività fisica programmata, anche perché, come si osserva dalla rilettura critica di vari lavori, e come si può facilmente dedurre dall'esperienza comune, i vantaggi che deriverebbero da un aumentato dispendio energetico sarebbero del tutto vani se associati ad un'iperalimentazione.

Modo d'uso consigliato dalla ditta - Thermo Stack 2 - Maximize

Assumere da 1 a 2 capsule al giorno evitando preferibilmente la sera.

Modo d'uso nella pratica sportiva - Thermo Stack 2 - Maximize

Anche in questo caso occorre riferirsi al dosaggio suggerito dalla casa produttrice; tuttavia, gli effetti energizzanti dei vari prodotti potrebbero essere sfruttati anche per il miglioramento della performance. In questo caso basterebbe assumere la dose giornaliera qualche minuto prima dell'allenamento, data la rapida cinetica che caratterizza queste molecole.

Effetti collaterali Thermo Stack 2 - Maximize

La presenza di alcaloidi, e di principi attivi in grado di interferire con la catena enzimatica epatica deputata al metabolismo dei farmaci,  potrebbe decisamente alterare le proprietà farmacocinetiche di determinati principi attivi, esaltandone o riducendone gli effetti.
In letteratura non vi è una specifica indicazione circa potenziali effetti collaterali associati alla somministrazione del prodotto in questione, pertanto questi si dovrebbero ricondurre agli effetti collaterali dei singoli componenti.

Precauzioni per l'utilizzo Thermo Stack 2 - Maximize

Il prodotto Thermo Stack 2 - Maximize è controindicato nei casi di patologia renale o epatica, cardiovasculopatie e/o ipertensione, gravidanza, allattamento ed età inferiore a 12 anni, così come negli adolescenti non ancora formati.
Il prodotto Thermo Stack 2 - Maximize dev'essere impiegato nell'ambito di una dieta ipocalorica adeguata, seguendo uno stile di vita sano con un buon livello di attività fisica. Se la dieta viene seguita per periodi prolungati, superiori alle 3 settimane, si consiglia di consultare un parere medico.


Il presente articolo, elaborato sulla rilettura critica di articoli scientifici, testi universitari e pratica comune, ha solo scopo informativo e non ha pertanto valore di prescrizione medica. Si è quindi sempre tenuti a consultare il proprio medico, nutrizionista o farmacista prima di intraprendere l'uso di un qualsivoglia integratore. Ulteriori informazioni sull'analisi critica di Thermo Stack 2 - Maximize.