Tartufo in breve, riassunto sulle proprietà del tartufo

Scorri la pagina verso il basso per leggere la tabella riassuntiva sul tartufo

 

Tartufi: aforismi e termini Frutto della fusione tra fulmine, acqua e terra → definizione di tartufo derivata dagli antichi greci
Il diamante nero → allegoria del tartufo dei critici gastronomici
Il pregio dei tartufi I tartufi sono funghi tuberali, apprezzati per il profumo penetrante ma nel contempo delicato, e per il sapore caratteristico e inconfondibile.
Scienza dei tartufi Idnologia
Tartufo: descrizione generale e leggende
  • L'esistenza di questo frutto di terra risale al tempo dei Sumeri
  • Plinio il Vecchio narra, nei suoi scritti, l'esistenza di tartufi
  • Anticamente, si riteneva che il tartufo fosse addirittura un animale
  • Ipotetico cibo del diavolo e delle streghe, ricco di veleno e di sostanze tossiche che portavano alla morte
  • Tartufo come un'escrescenza del terreno
Tartufo: descrizione botanica Nome botanico: Tuber magnatum
Famiglia: Tuberaceae
Descrizione: i tartufi si sviluppano spontaneamente in prossimità di radici di arbusti o alberi
Micelio: stabilisce un rapporto simbiotico con l'apparato radicale di querce, salici e lecci
Gleba: massa carnosa interna
Peridio:  scorza dura esterna
Forma: tondeggiante, grande quasi come un'albicocca
Terreno: calcareo ed argilloso
Luoghi di diffusione: Piemonte, Toscana, Umbria, Emilia, Lombardia
Tartufo: caratteristiche peculiari Tartufi in simbiosi con radici di tiglio → presentanti colore chiaro e sapore aromatico
Tartufi in simbiosi con radici di quercia → profumo marcato, pregnante e penetrante
Terreni compatti → tartufo a conformazione globulosa
Terreno soffice → tartufo più omogeneo, liscio e tondeggiante
Tartufo: raccolta La tradizione insegna: raccolta effettuata con maialini → problema: i maiali sono ghiotti di tartufi → si preferiscono i cani
Attualmente: la raccolta va effettuata con bastardini addestrati
Tartufo bianco Nome botanico: Tuber magnatum
Nome comune: trifola, tartufola, Tartufo di Alba
Caratteristiche: tartufo prezioso in termini economici e gastronomici. Aspetto marmorizzato, odore intenso, acre
Tartufo nero Nome botanico: Tuber melanosporum
Tartufo nero pregiato: tartufo da Norcia
Polpa: nera, tendente al rossiccio, presenta striature biancastre e fitte
Odore: gradevole, non eccessivamente pungente
Tartufo: proprietà Proprietà afrodisiache: le sostanza emanate dal tartufo possono potenzialmente provocare un particolare stato di benessere ed attrazione verso il sesso opposto
Proprietà rimineralizzanti
Facilita la digestione (consumo occasionale di tartufo)
Pericolo per fegato e stomaco (consumo frequente di tartufo)
Tartufo: calorie 100 grammi di prodotto apportano solo 31 Kcal
Tartufo: controindicazioni  Controindicato nei pazienti affetti da renella ed epatopatie

Foto, Curiosità, Approfondimenti