Lentiggini

Cosa sono le Lentiggini

Le lentiggini sono piccole macchie di colore variabile (dal giallo-arancio fino ad arrivare al marrone-bruno) che rappresentano una discromia cutanea definita di tipo ipercromico.
LentigginiNon è corretto ritenere le lentiggini una malattia della pelle, dal momento che esse non rappresentano una conseguenza medica e non provocano alcun tipo di disturbo. Per questo motivo - in maniera analoga a quanto avviene per le efelidi - le lentiggini vengono definite più che altro come un "disguido d'apparenza" che, per molte persone, risulta essere particolarmente sgradito e mal tollerato.
A tal proposito, è ironico pensare come la maggior parte delle persone che presenta lentiggini non le sopporti e sia disposta a qualsiasi cosa pur di liberarsene, mentre altre le esaltano e le valorizzano al massimo, poiché le ritengono un tratto caratteristico e distintivo. Altri ancora, invece, affermano che, pur di averle, sarebbero addirittura disposti a comprarle.

Incidenza

Le lentiggini si manifestano sia negli uomini che nelle donne, soprattutto nelle persone con capelli rossi e carnagione chiara, anche se il fenomeno si presenta, seppur di rado, persino in soggetti africani.
È una manifestazione rara nei neonati ma comune tra i bambini. Talvolta, nella pubertà le lentiggini possono aumentare o sparire, tuttavia, è un fenomeno rilevato anche tra gli adulti.
Le lentiggini non devono essere confuse con le efelidi, macchie brune di forma irregolare che si manifestano solo nelle aree colpite dal sole (decolté e viso): essendo sensibili alle radiazioni, le efelidi sono più evidenti d'estate, mentre d'inverno tendono a scomparire e schiarire.

Cause

In ambito dermatologico, le lentiggini rappresentano un'ipermelanocitosi epidermica in cui la melanina è prodotta in quantità superiore rispetto alla norma, a causa dell'aumentato numero di melanociti negli strati basali dell'epidermide.
Nel dettaglio, le lentiggini rappresentano un caso d'iperpigmentazione della pelle, locale o generalizzata, legata a fattori genetici. Pertanto, questa forma d'ipercromia cutanea è di tipo ereditario e viene trasmessa dai genitori ai figli. Più precisamente, la tendenza a sviluppare lentiggini dipende da una variante genetica del recettore MC1R della melanocortina-1.
lentiggini ragazzaUlteriori possibili fattori di rischio per l'insorgenza delle lentiggini possono essere identificati nelle variazioni ormonali: gli estrogeni (ormoni sessuali femminili), infatti, favoriscono la sintesi cellulare, determinando un'iper-produzione di melanina che si manifesta, appunto, come lentiggine. Ad ogni modo, anche in questi casi, la causa scatenante di base è da ricercarsi sempre nella predisposizione genetica.

Lentiggini e Raggi UV

Come accennato, le lentiggini non vanno confuse dalle efelidi, poiché queste ultime sono sensibili ai raggi UV, mentre le lentiggini non dipendono dall'esposizione solare. Tuttavia, nonostante ciò, il sole potrebbe provocarne l'accentuazione.
Le radiazioni solari, infatti, entrando attraverso la pelle, riescono ad attivare i melanociti, responsabili della sintesi della melanina, i quali stimolano l'aumento delle lentiggini che diventano più scure e più numerose.
“Portatore genetico di lentiggini” è l'appellativo adatto per indicare un soggetto che - non riuscendo a produrre sufficienti quantità di pigmento melanico - manifesta lentiggini anche in età adulta. Solitamente, infatti, le lentiggini scompaiono nella pubertà, perché si equilibra la produzione di melanina. Spieghiamo meglio questo concetto: le lentiggini si presentano soprattutto negli infanti, poiché esse si configurano come una sorta di protezione dai raggi solari. Con la crescita, i melanociti diventano più stabili e la produzione di melanina tende a stabilizzarsi: in questo caso, le lentiggini spariscono perché non sono più utilizzate come protezione.
Benché le lentiggini non costituiscano una malattia, i soggetti che presentano una tendenza o predisposizione a questo tipo d'ipercromia cutanea, tendono a scottarsi più facilmente con i raggi solari, e probabilmente sono più soggetti a melanomi: per questo motivo è consigliabile una più attenta ed adeguata protezione dai raggi UV con creme solari apposite ad alta protezione.

Caratteristiche

Le lentiggini sono macchie cutanee regolari di forma tondeggiante, lisce al tatto, il cui colore risulta leggermente più scuro della tonalità della pelle, variando dal marroncino al giallo-arancione.
Possono apparire in alcune aree precise, oppure spuntare su tutto il corpo (distribuzione generalizzata).
Ad ogni modo, generalmente, le lentiggini compaiono a livello del viso, del dorso delle mani, delle spalle e degli arti superiori, ossia in corrispondenza delle aree maggiormente esposte al sole.
La manifestazione di questa forma d'ipercromia cutanea è comunque indipendente dall'esposizione alla luce solare. Non a caso, le lentiggini possono comparire anche in altre aree del corpo non esposte al sole e, in alcuni casi, possono presentarsi anche sulle mucose.
Con l'avanzare del tempo e/o in seguito a fenomeni irritativi ripetuti (come, ad esempio, l'eccessiva e incontrollata esposizione alle radiazioni UV), le lentiggini potrebbero subire alterazioni morfologiche, quali aumento delle dimensioni e irregolarità dei contorni e della superficie.

Patologie associate

Come sopra affermato, le lentiggini non rappresentano alcun tipo di malattia, tuttavia, in alcuni casi, esse possono manifestarsi in associazione ad alcune patologie, o addirittura costituirne un sintomo.
Ad esempio, non è insolito che le lentiggini si manifestino in associazione a patologie come lo xeroderma pigmentoso o la sindrome di Peutz-Jeghers.
In altri casi, invece, le lentiggini possono costituire il sintomo di malattie come, ad esempio, l'albinismo, le pancreatiti o la neurofibromatosi.

Trattamenti e Rimedi

Benché le lentiggini non siano da considerarsi una malattia da trattare, molte persone non le amano, al contrario, le ritengono un difetto estetico che deve assolutamente essere eliminato.
Fortunatamente, la ricerca in ambito cosmetico e nell'ambito della medicina estetica ha permesso la realizzazione di prodotti e la messa appunto di particolari tecniche per eliminare questa tipologia d'iperpigmentazione cutanea.
Di seguito saranno brevemente descritti i principali trattamenti e prodotti che si possono impiegare per eliminare le lentiggini. Tuttavia, è doveroso ricordare che tali trattamenti potrebbero portare a risultati non sempre soddisfacenti e comunque diversi da individuo a individuo. Inoltre, essi non garantiscono la permanenza nel tempo dell'effetto ottenuto in seguito alla loro esecuzione.

Trattamenti estetici

La cosmetica offre un'ampia gamma di prodotti ad azione schiarente che possono rivelarsi utili nella lotta alle lentiggini.
Fra i principali e maggiormente conosciuti agenti depigmentanti ricordiamo l'acido koijco, molto utile per alleggerire le lentiggini provocate dall'acne, e l'acido retinoico che - se applicato per più mesi - può promuovere la diminuzione delle stesse.
crema lentigginiIn alcuni casi, invece, il dermatologo potrebbe consigliare il ricorso ai peeling chimici, ad esempio, con alfa-idrossiacidi.
Tuttavia, prima di ricorrere ad uno qualsiasi dei suddetti prodotti e trattamenti, è sempre bene chiedere il consiglio del proprio medico, allo scopo di escludere eventuali controindicazioni all'uso di agenti schiarenti e depigmentanti.

Trattamenti di medicina dermo-estetica

Molte persone sarebbero disposte a sottoporsi a qualsiasi trattamento pur di vedere la propria pelle priva di quei piccoli pois marroncini quali sono le lentiggini.
Per tale ragione, non è cosa insolita che il dermatologo consigli al paziente di eseguire trattamenti di medicina dermo-estetica, quali ad esempio:

  • Trattamenti con tecnologia laser;
  • Dermoabrasione o microdermoabrasione
  • Diatermocoagulazione (intervento medico-chirurgico che provoca la distruzione dei tessuti grazie ad uno stimolo di corrente ad alta frequenza; è utilizzato anche per semplici verruche e piaghe, e anche per problemi più gravi come forme patologiche).

Make-up e Cosmetici

L'industria cosmetica pone sul mercato una serie di prodotti per il make-up atti a nascondere le lentiggini, come fondotinta, terra e fard.
La vitamina E è un potente antiossidante ed una crema a base di questa vitamina contrasta i radicali liberi proteggendo la pelle.
Inoltre, allo scopo di non peggiorare ed accentuare il problema, è consigliabile proteggere la pelle dal sole e dalle radiazioni UV con appositi prodotti dotati di filtri solari adeguati al proprio fototipo.

Rimedi fai da te e Medicina popolare

Si possono tenere in considerazione, poi, anche alcuni consigli naturali per diminuire le lentiggini: il limone ha la capacità di “scolorare” (attività schiarente), di conseguenza potrebbe essere d'aiuto applicarlo nelle lentiggini.
Nella tradizione popolare, si riteneva che anche le cipolle provocassero un effetto schiarente se applicate nella zona, però la ragione scientifica è sconosciuta, perciò dubbia.
Ad ogni modo, prima di ricorrere a qualsivoglia rimedio naturale per combattere le lentiggini, è sempre bene chiedere preventivamente il parere del proprio medico. In qualsiasi caso, in linea di massima, il ricorso al fai da te è generalmente sconsigliato.


Foto, Curiosità, Approfondimenti