Griffonia

Che cos'è

La griffonia - il cui nome scientifico è Griffonia simplicifolia - è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Fabaceae, originaria dell'Africa centro-occidentale.


Griffonia

Noti e particolarmente apprezzati per il contenuto di 5-idrossitriptofano (o 5-HTP), gli estratti di griffonia trovano impiego all'interno di integratori alimentari il cui uso è principalmente indicato in caso di abbassamento del tono dell'umore e insonnia. Questo perché il suddetto 5-HTP è un intermedio nella sintesi della serotonina, uno dei principali neurotrasmettitori coinvolti nella regolazione dell'umore, del sonno e anche dell'appetito.

Caratteristiche e Composizione

Breve Descrizione Botanica e Composizione Chimica della Griffonia

La griffonia è un arbusto rampicante sempreverde, il cui fusto può raggiungere i tre metri di altezza. I fiori sono di colore verdastro e i semi sono racchiusi all'interno di baccelli aventi una colorazione verde-rossastra.
Visti il luogo d'origine della pianta la forma dei semi e dei baccelli, la griffonia è altresì nota con il nome di "fagiolo africano".
La droga della pianta è costituita proprio dai semi polverizzati di colore grigio-marrone, da cui si estrae il principio attivo 5-idrossitriptofano.
Oltre al 5-HTP, i semi di griffonia contengono anche altre sostanze di tipo indolico, come l'acido indol-3-acetilaspartico e l'acido 5-idrossi-3-indolacetico (o 5-HIAA).

Proprietà ed Effetti

Proprietà della Griffonia e Meccanismo d'Azione del 5-HTP

Le proprietà ascritte alla griffonia sono imputabili soprattutto al 5-idrossitriptofano in essa contenuto. Questo composto, infatti, è un derivato amminoacidico e intermedio metabolico nella sintesi della serotonina, effettuata a partire dall'amminoacido triptofano.
La serotonina è un neurotrasmettitore molto importante per il benessere dell'organismo, poiché coinvolta in molte funzioni biologiche, fra cui ricordiamo i meccanismi di regolazione dell'umore, del sonno e del senso di fame.
L'assunzione orale di estratti di griffonia titolati e standardizzati in 5-HTP, pertanto, è potenzialmente in grado di incrementare i livelli di serotonina a livello del sistema nervoso centrale. Inoltre, pare che, in seguito all'assunzione orale del suddetto composto, si possa assistere anche a un incremento dei livelli di altri neurotrasmettitori, quali melatonina (molto importante nella regolazione del ritmo sonno-veglia), dopamina, noradrenalina e beta-endorfine (sostanze implicate anch'esse in numerose funzioni biologiche, fra cui la regolazione del sonno e il controllo dell'appetito).
Viste le azioni che il 5-HTP è capace di esercitare a livello centrale, si ritiene che la griffonia sia in grado di contrastare:

  • L'abbassamento del tono dell'umore (a tal proposito, la pianta rientra nel grande gruppo degli antidepressivi naturali);
  • L'insonnia;
  • L'eccessivo appetito (in particolare per quanto riguarda il desiderio di carboidrati e dolciumi).

Inoltre, sempre grazie alle attività espletate dal 5-HTP, gli estratti di griffonia potrebbero essere utili anche nel contrastare il mal di testa cronico e il dolore derivante dalla sindrome fibromialgica.

Usi

Nonostante le diverse proprietà attribuite alla griffonia, il suo uso non ha ottenuto l'approvazione ufficiale per alcun tipo d'indicazione terapeutica.
Tuttavia, grazie alle molteplici attività che il 5-idrossitriptofano è potenzialmente in grado di esercitare una volta ingerito, la griffonia - o meglio, gli estratti ottenuti dai suoi semi - sono largamente impiegati all'interno d'integratori alimentari la cui assunzione può tornare utile in caso di disturbi dell'umore, insonnia accompagnata da agitazione e per tenere sotto controllo l'appetito.


Attenzione!

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta equilibrata e di uno stile di vita sano.
Inoltre, è doveroso ricordare che patologie come la depressione, l'insonnia e l'obesità sono condizioni che non devono essere sottovalutate e che non possono certamente essere trattate mediante l'assunzione di un semplice integratore alimentare. Difatti, gli estratti di griffonia possono essere utili in condizioni non patologiche, o eventualmente (se il medico lo ritiene necessario) possono essere impiegati come coadiuvanti nell'ambito di un trattamento medico-farmacologico specifico.


Usi della Griffonia nella Medicina Popolare

Nella medicina popolare africana, le foglie di griffonia vengono impiegate per favorire la guarigione delle ferite; mentre il succo da esse estratto viene utilizzato per il trattamento di disturbi renali.
La corteccia, invece, viene impiegata per la preparazione di cataplasmi da applicare sui sifilomi (lesioni che compaiono nella fase iniziale della sifilide).
Infine, il decotto ottenuto dal fusto e dalle foglie di griffonia viene utilizzato come rimedio contro il vomito, contro la congestione pelvica e, addirittura, come rimedio afrodisiaco.

Effetti Collaterali

Un effetto collaterale molto comune che può manifestarsi in seguito all'assunzione di estratti di griffonia è rappresentato dalla nausea. Altri effetti secondari che possono manifestarsi consistono in vomito, diarrea e flatulenza.
Inoltre, vi è la possibilità d'insorgenza di reazioni allergiche in individui sensibili.

Interazioni Farmacologiche

Visto il contenuto di 5-HTP, gli estratti di griffonia sono in grado di instaurare interazioni farmacologiche con farmaci, quali: carbidopa, inibitori delle monoammino ossidasi (IMAO) e inibitori selettivi del reuptake di serotonina (SSRI).
Pertanto, in caso di terapia in corso con qualcuno dei suddetti farmaci, prima di assumere prodotti a base di griffonia, è necessario chiedere consiglio al proprio medico.

Gravidanza e Allattamento

Dal momento che non sono stati condotti adeguati studi in merito, a scopo precauzionale, l'uso della griffonia e dei suoi derivati da parte di donne in gravidanza e di madri che allattano al seno non deve essere effettuato.

Controindicazioni

L'uso della griffonia, dei suoi estratti e dei prodotti che li contengono, è controindicato negli individui con ipersensibilità nota alla stessa pianta o a uno qualsiasi dei suoi componenti.


Foto, Curiosità, Approfondimenti