Liposcultura

Generalità

La liposcultura (anche conosciuta come "lipoaspirazione") è un intervento di chirurgia estetica all'avanguardia, che consente di ottenere un rimodellamento del corpo attraverso la rimozione localizzata di cellule adipose.
LiposculturaGrazie a questa tecnica relativamente moderna, è possibile "scolpire" determinate aree del corpo in modo meno traumatico rispetto ad altri interventi analoghi, come, ad esempio, la liposuzione.
Naturalmente, la liposcultura non si può considerare come un rimedio sostitutivo della dieta o dell'esercizio fisico, ma può essere utile per rimuovere le adiposità localizzate che non si riescono a eliminare con un regime dietetico ipocalorico e con l'attività fisica. Pertanto, la liposcultura non può e non deve assolutamente essere considerata come una terapia per l'obesità o il sovrappeso.

Cos'è la Liposcultura

La liposcultura è un intervento di chirurgia estetica che consiste nell'aspirazione di cellule adipose da aree del corpo localizzate, mediante l'impiego di piccole cannule della lunghezza di 12-15 cm.
La liposcultura rappresenta un'evoluzione della liposuzione, poiché - rispetto a quest'ultima - si avvale dell'impiego di cannule dal diametro più piccolo (2-4 mm contro i 5-10 mm impiegati nella liposuzione), permettendo così di eseguire un intervento meno traumatico.
Allo stesso tempo, la liposcultura consente di ottenere un rimodellamento della figura corporea più preciso e armonioso, evitando la formazione di antiestetici avvallamenti o irregolarità nelle zone trattate.

Come si esegue

La liposcultura è un vero e proprio intervento chirurgico e, in quanto tale, dev'essere eseguito da medici specializzati in chirurgia plastica ed essere praticato in strutture idonee, adeguatamente attrezzate per questo genere di operazioni.
La liposcultura si può eseguire in diverse parti del corpo, come l'addome, le braccia, le cosce, i fianchi, i polpacci, le ginocchia, le caviglie, il collo e perfino le guance.
In funzione della vastità dell'area su cui è necessario intervenire, la liposcultura può essere effettuata in anestesia locale (con o senza sedazione), oppure in anestesia generale nel caso in cui le aree da trattare siano piuttosto estese.
Normalmente, per gli interventi condotti in anestesia locale il paziente viene ricoverato in regime di day hospital; al contrario, in caso di anestesia generale, il paziente rimarrà all'interno della clinica per almeno una notte.
La durata dell'intervento è variabile a seconda dell'estensione dell'area che dev'essere trattata. Ad ogni modo, indicativamente, un intervento di liposcultura può durare dai 30 minuti fino alle tre ore circa.

Prima dell'intervento

Dal momento che la liposcultura è un vero e proprio intervento di chirurgia estetica, prima di sottoporsi a una simile operazione, è fondamentale una visita specialistica e un'accurata valutazione pre-operatoria.
Il medico chirurgo dovrà, pertanto, valutare con attenzione lo stato di salute del paziente, assicurandosi che non vi siano controindicazioni o particolari condizioni che potrebbero complicare l'intervento (come, ad esempio, patologie cardiovascolari, problemi della coagulazione ecc.).

Dopodiché, il medico valuterà quali aree devono essere trattate, la loro estensione e il grado di elasticità della pelle. Quest'ultimo fattore è di fondamentale importanza. Infatti, in seguito alla rimozione delle cellule adipose, se la pelle del paziente non è sufficientemente elastica, essa potrebbe non adattarsi ai nuovi volumi (ridotti) del corpo. Per tale ragione, in individui la cui pelle ha perso elasticità, si potrebbero ottenere risultati peggiori rispetto ai pazienti la cui pelle è, invece, ancora dotata di una buona elasticità.

In qualsiasi caso, prima di procedere con l'intervento vero e proprio, il medico chirurgo chiederà al paziente di sottoporsi a esami specifici, che possono variare a seconda dei casi (come, ad esempio, esami del sangue, elettrocardiogramma, raggi X ecc.).
Solo dopo un'attenta valutazione di tutti questi fattori, lo specialista potrà decidere se è il caso di effettuare la liposcultura e in che modo eseguirla.
Infine, se il chirurgo ritiene che l'intervento possa essere eseguito, esso fornirà una serie di indicazioni che il paziente dovrà scrupolosamente seguire prima di sottoporsi all'operazione.

Fra queste, ricordiamo:

  • Seguire un regime alimentare ipocalorico, in modo tale da poter individuare ed effettuare la liposcultura solo sull'adipe effettivamente resistente alla dieta e all'attività fisica;
  • Smettere di fumare;
  • Evitare di assumere acido acetilsalicilico (contenuto, ad esempio, nell'Aspirina®);
  • Per le donne, interrompere l'assunzione di eventuali contraccettivi orali, almeno un mese prima dell'esecuzione dell'intervento;
  • Chiedere sempre il consiglio del medico prima di assumere un qualsivoglia farmaco.

L'intervento

L'intervento si esegue praticando delle piccolissime incisioni (generalmente in corrispondenza di solchi e pieghe della pelle) attraverso le quali, innanzitutto, viene iniettata una particolare miscela anestetica contenente soluzione fisiologica, un farmaco anestetico e un vasocostrittore, necessario per ridurre l'eventuale perdita di sangue durante l'aspirazione dell'adipe.
Dopodiché, il chirurgo può procedere con l'esecuzione del vero e proprio intervento.
All'interno delle piccole incisioni precedentemente effettuate, si inseriscono le cannule, collegate a una siringa o a una pompa, attraverso le quali si aspirano le cellule adipose.

Dopo l'intervento

Subito dopo l'intervento di liposcultura, il chirurgo applicherà nelle aree trattate un'apposita guaina di contenimento per liposcultura, che dovrà essere indossata per un periodo di circa 2-3 settimane. Il ruolo di questa guaina consiste nel favorire la guarigione delle aree trattate, mantenendo la forma rimodellata che il chirurgo ha dato al corpo.
L'eventuale dolore post-operatorio può essere tenuto sotto controllo con l'assunzione di farmaci antidolorifici o antinfiammatori.
Generalmente, il recupero dall'intervento di liposcultura avviene in tempi piuttosto brevi. Le normali attività possono essere riprese già dopo 2-3 giorni l'esecuzione dell'intervento; mentre per la ripresa di attività più intense e delle attività sportive è meglio lasciar trascorrere un periodo di almeno 15-30 giorni.
Infine, è necessario evitare l'esposizione solare per almeno 30-40 giorni dopo l'esecuzione della liposcultura. In ogni caso, per qualsiasi dubbio, è sempre bene chiedere consiglio al medico chirurgo.

Risultati

I risultati ottenibili con la liposcultura, solitamente, sono buoni e soddisfano appieno il paziente. Di norma, però, tali risultati sono visibili solamente dopo due o tre settimane, poiché nel post-intervento la zona trattata tende a essere gonfia e caratterizzata dalla presenza di ecchimosi, che necessitano un po' di tempo per potersi riassorbire completamente.
La buona riuscita della liposcultura, inoltre, dipende fortemente dall'esperienza e dalle capacità del chirurgo che l'ha effettuata, così come può dipendere dall'elasticità della pelle del paziente.
In seguito all'intervento di liposcultura, è fondamentale che i pazienti continuino ad avere uno stile di vita sano, caratterizzato da una regolare attività fisica e da una dieta bilanciata. Solo così facendo, i risultati ottenuti potranno essere permanenti. A tal proposito, è giusto spendere due parole per sfatare il mito secondo il quale, in seguito all'intervento di liposcultura, non si ingrassa più. Infatti, è vero che le cellule adipose asportate con la liposcultura non sono più in grado di riformarsi; tuttavia, se il paziente non adotta corrette abitudini alimentari e non svolge un'adeguata attività fisica, gli adipociti rimasti tenderanno ad espandersi (a causa dell'ulteriore accumulo di grassi); di conseguenza, i cuscinetti e gli accumuli di grasso faranno nuovamente la loro comparsa.

Rischi e Complicazioni

Come accennato, se la liposcultura viene eseguita da uno specialista di chirurgia plastica all'interno di cliniche adeguatamente attrezzate per ogni evenienza, può dare ottimi risultati e può considerarsi un intervento sicuro e a basso rischio.
D'altro canto, trattandosi comunque di un'operazione chirurgica, si potrebbe andare incontro a eventuali complicazioni, quali:

  • Infezioni. Come per qualsiasi altro tipo d'intervento chirurgico, anche con la liposcultura vi è il rischio (seppur basso) di sviluppare infezioni. Normalmente, per prevenire questa complicazione, viene effettuata una terapia antibiotica sia durante che dopo l'intervento chirurgico (terapia antibiotica peri-operatoria e post-operatoria).
  • Dolore. Subito dopo l'intervento è comune provare dolore in corrispondenza delle zone trattate, ma questo può essere tenuto sotto controllo con il semplice impiego di farmaci antidolorifici.
  • Edema ed ecchimosi. Anche la comparsa di lividi e gonfiori è molto comune; essi tenderanno comunque a riassorbirsi e a scomparire nell'arco di due o tre settimane.
  • Cicatrici. Le cicatrici possono formarsi in corrispondenza delle incisioni effettuate per inserire le cannule. Tuttavia - oltre a essere molto piccole (circa 3 mm) - tali incisioni vengono effettuate generalmente in corrispondenza di solchi o pieghe della pelle, in modo che possano nascondere e mascherare le cicatrici che potrebbero formarsi in seguito.

Inoltre, per diminuire l'insorgenza di eventuali complicanze - sia durante che dopo l'intervento - è fondamentale seguire con attenzione tutte le indicazioni fornite dal chirurgo, sia prima dell'esecuzione della liposcultura, sia durante il periodo di convalescenza.

Interventi Associati

La liposcultura può essere eseguita da sola, oppure in associazione ad altri tipi di interventi.
Ad esempio, una pratica comune è quella di associare la liposcultura al lipofilling, ovvero una tecnica che consente di impiegare le cellule adipose asportate per riempire e definire determinate zone del corpo che risultano depresse o "svuotate" (come, ad esempio, gli zigomi, il collo, il seno, le guance, i glutei, ecc.).
Ancora, la liposcultura può essere effettuata in associazione ad altri interventi di chirurgia estetica, come, ad esempio, l'addominoplastica, la mastoplastica riduttiva o il lifting di braccia e cosce.
Ad ogni modo, la decisione di eseguire la liposcultura da sola o in associazione ad altri interventi spetta solamente al medico chirurgo, in seguito a un'accurata valutazione delle condizioni del paziente e del rapporto esistente fra i risultati che si vogliono ottenere e i potenziali rischi associati agli stessi interventi.


Foto, Curiosità, Approfondimenti