Insalata di Riso Rosso Selvaggio

Profumo di primavera: tempo di pic-nic! Le insalate di riso, fresche e leggere, sono perfette per una bella scampagnata in mezzo alla natura. Per un break primaverile ho pensato di preparare una fresca insalata di riso rosso selvaggio al profumo di menta!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: abbastanza facile

PER QUANTE PERSONE: 3 persone

COSTO: medio

CALORIE PER 100 GRAMMI:136,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 20 minuti per la preparazione; 40 minuti per la cottura del riso


34 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Primi piatti / Ricette Vegane / Ricette Senza Glutine / Ricette dietetiche Light / Ricette per Vegetariani

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Casseruola con coperchio
  • Ciotola
  • Padella
  • Tagliere
  • Coltello

Preparazione

  1. Versare circa mezzo litro di acqua in una casseruola e portare a bollore. Unire il riso rosso selvaggio e lasciar cuocere lentamente per 35-40 minuti, rispettando i tempi di cottura consigliati in confezione.

L’idea alternativa
In alternativa al riso rosso selvaggio è possibile utilizzare il riso Ribe integrale, il riso Venere (riso nero) oppure entrambi, avendo cura - in questo caso - di cuocere separatamente i due tipi di riso per mantenere il loro colore.

  1. Pochi minuti prima del termine della cottura, dedicarsi alla preparazione del condimento. Tagliare il pompelmo rosa sul vivo: in altri termini, rimuovere la buccia e l’albedo (parte bianca) con l’aiuto di un coltello, fino a raggiungere la polpa. Tagliare il pompelmo a fettine o a dadini.
  2. Tagliare il panetto di tofu a dadini regolari.
  3. Versare l’olio in una padella e, quando è caldo, farvi saltare i dadini di tofu ed il mais fino a doratura.
  4. Unire il riso rosso selvaggio ed aromatizzare con un trito di menta e prezzemolo. Aggiustare di sale e pepe, mischiando il riso con il pompelmo.

L’alternativa con i crostacei
Per chi non ama il tofu ma adora i crostacei, consiglio di sostituire il formaggio di soia con dei gamberi bolliti. L’insalata può essere impreziosita con legumi, come ad esempio piselli o fave.

  1. Servire su bicchieri monoporzione e consumare subito. L’insalata di riso rosso si conserva in frigo per 2-3 giorni.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Se gradite questa insalata da portare nel cestino del pic-nic, consiglio di realizzare delle monoporzioni da racchiudere in vaschette con tappo ermetico. Invece, se preferite consumarlo durante una cena tra amici, potete servirli in simpatici e pratici bicchieri!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

L'Insalata di Riso Rosso Selvaggio è un alimento che potrebbe essere inserito tra i primi piatti.
Ha un apporto energetico moderato e fornito soprattutto dai carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.
I glucidi sono prevalentemente complessi, gli acidi grassi insaturi e i peptidi a medio valore biologico.
Il colesterolo è assente e le fibre abbondanti.
L'Insalata di Riso Rosso Selvaggio è adatta a qualunque regime alimentare, compresi quelli per il sovrappeso e le malattie del metabolismo.
Non ha controindicazioni per l'intolleranza al lattosio e per la celiachia.
Soddisfa i criteri della dieta vegetariana e vegana.
La porzione media di alimento cotto è di circa 200-250g (270-340kcal).
I valori nutrizionali a lato sono riferiti a 100 grammi di alimento cotto.

VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 136.00 Kcal

Carboidrati: 19.00 g

Proteine: 3.60 g

Grassi: 5.60 g

di cui saturi: 2.40g
di cui monoinsaturi: 2.31g
di cui polinsaturi: 1.00 g

Colesterolo: - mg
Fibre: 1.90 g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito