Pesto di Pomodori Secchi

A partire dal pesto di basilico (alla Genovese), si possono inventare altre innumerevoli versioni! Dopo il Pesto di Zucchine, il Pesto alla Rucola e il Pesto di Fave, vi propongo oggi un sugo gustoso, ideale per rallegrare i vostri piatti estivi! Non perdetevi il pesto veg di pomodori secchi con capperi, pinoli e basilico!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 6 persone

COSTO: medio

CALORIE PER 100 GRAMMI:291,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE:


43 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Preparazioni di Base / Ricette Vegane / Ricette Senza Glutine / Ricette per Vegetariani / Pesto di Pomodori Secchi

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Frullatore potente
  • Padellina
  • Ciotola

Preparazione

  1. Pulire il basilico, lavare le foglie in acqua fredda ed asciugarle delicatamente.
  2. Tostare i pinoli rigirandoli su una padella rovente, avendo cura di non bruciarli: sono pronti in un paio di minuti.

Lo sapevi che…
In alternativa ai pinoli, si possono utilizzare mandorle, noci e pistacchi!

  1. Riunire i pomodori parzialmente sgocciolati in un frullatore a pressione, unendo le foglie di basilico, i capperi dissalati, la salsa di soia e l’aglio. Frullare il composto aggiungendo 3 cucchiai di olio e.v.o., fino ad ottenere una crema liscia e compatta.
  2. Il pesto di pomodori secchi è pronto: la consistenza dev’essere piuttosto densa e, per evitare di eccedere con l’olio, si consiglia di allungare il pesto con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Per rendere più leggero il pesto di pomodori secchi, si consiglia di sostituire l’olio con yogurt di soia naturale.
  3. Il pesto di pomodori secchi si conserva in frigo, in vasetti di vetro, per 3-4 giorni, avendo cura di coprire la superficie con olio. Per una conservazione più lunga, si consiglia il congelamento.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Se non seguite una dieta vegana e gradite un sapore ancora più intenso e deciso, vi consiglio di aggiungere al pesto un’acciuga oppure del grana grattugiato: sarà una delizia per il palato! Potete consumare il pesto di pomodori secchi come condimento per la pasta oppure spalmarlo su bruschette o tartine.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Quella del Pesto di Pomodori Secchi è una ricetta che viene impiegata nel condimento dei primi piatti.
Ha un apporto energetico elevato, fornito principalmente dai lipidi, seguiti dai carboidrati e infine dalle proteine.
Gli acidi grassi sono prevalentemente monoinsaturi, i glucidi semplici e i peptidi a basso valore biologico.
Il colesterolo è assente e le fibre sono molto abbondanti.
Il Pesto di Pomodori Secchi si presta al regime alimentare per le malattie del metabolismo ma non alla dieta contro l'obesità. Nel caso le due condizioni si sovrappongano, meglio evitare o usarlo in porzioni molto contenute.
E' poco raccomandato nello schema nutrizionale a basso residuo (dieta povera di fibre).
Non ha controindicazioni nei regimi alimentari contro l'intolleranza al lattosio.
NB: Le salse di soia comuni contengono glutine, poiché vengono ricavate anche dalla fermentazione del grano. In caso di celiachia è quindi necessario scegliere accuratamente un prodotto gluten free.
Viene accettato dalle filosofie vegetariana e vegana.
La porzione media corrisponde a 15-25g (circa 45-75kcal).
VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 291.00 Kcal

Carboidrati: 22.40 g

Proteine: 8.80 g

Grassi: 19.10 g

di cui saturi: 3.15g
di cui monoinsaturi: 11.94g
di cui polinsaturi: 3.98 g

Colesterolo: - mg
Fibre: 7.40 g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito