Patate Lesse - Tutti i Trucchi per Bollire le Patate

Oggi patate lesse per tutti! Immagino che, per alcuni di voi, il video potrà sembrare banale, considerando che si tratta di una preparazione semplice: in realtà, vi garantisco che il metodo corretto per cuocere le patate in acqua non risulta così scontato come sembra! Tanto per fare alcune domande: quali sono le patate più indicate per essere bollite (bianche, gialle o novelle)? È meglio sbucciarle o cuocerle con la buccia? Lessatura e sbianchitura sono sinonimi? Per quanto tempo devono rimanere in acqua? Si devono bollire a partire da acqua fredda o calda? Come sbucciarle facilmente? Seguitemi in questo video per trovare la risposta a tutte le vostre domande!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 4 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:83,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: I tempi di cottura dipendono dalla grandezza delle patate


72 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Preparazioni di Base / Ricette Vegane / Ricette Senza Glutine / Ricette per Vegetariani

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Casseruola con coperchio
  • Bastoncino da spiedini
  • Spazzolina

Preparazione

Cosa sapere prima di iniziare
Per questo tipo di preparazione, si consiglia l’acquisto di patate a pasta gialla, ideali - oltre che per la bollitura - per la frittura, per la preparazione di insalate e per la cottura al forno.
Le patate novelle sono invece sconsigliate per la bollitura: questo tipo di patate è ideale per la cottura al forno.
Le patate bianche, più farinose, sono ideali per la preparazione di purè, gnocchi, crocchette o per tutte le ricette che prevedono l’aggiunta di uova e/o farina.
Le patate rosse (con la buccia rossa ma con la pasta gialla) sono indicate per tutti gli usi, anche per la bollitura.
Le patate lesse non vanno consumate con la buccia.
È preferibile scegliere patate ricche di selenio e iodio, ovvero patate coltivate in terreni ricchi di questi minerali.
Le patate lesse hanno un indice glicemico elevato, dunque dovrebbero essere assunte con moderazione dalle persone affette da iperglicemia e da chi segue una dieta ipocalorica. Inoltre, sono tuberi poveri di acqua e di fibre alimentari.

  1. Lavare le patate in acqua fredda, strofinandole con la spazzolina per rimuovere eventuali tracce di terriccio.
  2. Raccogliere le patate in una casseruola, riempire d’acqua fredda e portare sul fuoco: si sconsiglia l’aggiunta del sale.

Lo sapevi che…
Per una cottura uniforme, si consiglia di scegliere patate dalla stessa dimensione.
Il sale, in cottura, è sconsigliato perché potrebbe far sfaldare le patate.

  1. Cuocere le patate dolcemente, avendo cura di non farle bollire in modo troppo vivace per evitare di farle rompere. I tempi di cottura possono variare dai 25 ai 50 minuti, in base alla grandezza delle patate. Approssimativamente, si calcolano 20 minuti di tempo ogni 100 g di peso delle singole patate. Per stabilire il giusto grado di cottura delle patate, si consiglia di infilzarle, al termine della cottura, con un bastoncino per spiedini o con la forchetta: se il bastoncino affonda facilmente, le patate sono pronte.
  2. Scolare immediatamente le patate dall’acqua di cottura per evitare di farle riempire d’acqua. Sbucciarle da calde, aiutandosi eventualmente con un coltellino.
  3. Tagliare le patate a fette o a pezzi, e servire per la preparazione di insalate.

Bollitura o sbianchitura?
Le patate lesse rappresentano un alimento precotto e pronto per l’uso: ciò significa che, una volta rimosse dall’acqua e sbucciate, le patate possono essere consumate così come sono oppure utilizzate per la preparazione di altre ricette.
La sbianchitura, invece, è un particolare metodo di preparazione delle patate (e di altre verdure) che consiste nel tuffare in acqua bollente l’alimento: i tempi per la sbianchitura devono essere molto rapidi. Al termine della sbianchitura, le patate non sono cotte, dunque non possono essere assunte direttamente, ma dovranno essere sottoposte ad ulteriore trattamento (es. patate al forno).



Il commento di Alice - PersonalCooker

Adesso che abbiamo imparato tutti i trucchi per preparare le patate bollite, possiamo scatenare la nostra fantasia e creare innumerevoli ricette! Qualche esempio? Dopo aver bollito le patate, si possono schiacciare per preparare gnocchi, impasti di pane e purè, oppure si possono tagliare a fettine ed apprezzare in insalata! Ancora, si possono rosolare in forno con un filo d’olio…Scoprite un impeccabile trucchetto per sbucciarle facilmente, in pochi secondi!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Le patate lesse sono un cibo di origine vegetale che rientra nel III gruppo degli alimenti.
Hanno un apporto energetico intermedio tra gli ortaggi e i cereali o i legumi secchi. L'energia è fornita principalmente dai carboidrati, seguiti dalle proteine e infine dai lipidi.
I glucidi sono prevalentemente complessi, i peptidi a medio valore biologico e gli acidi grassi insaturi.
Non contengono colesterolo e le fibre sono scarse.
Se utilizzate come contorno, non si prestano alla dieta contro il sovrappeso, il diabete mellito tipo 2 e l'ipertrigliceridemia.
Sono idonee al regime alimentare contro la celiachia e l'intolleranza al lattosio.
Vengono consumate normalmente dai vegetariani e dai vegani.
La porzione media come contorno è di circa 100g (85kcal).

VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 83.00 Kcal

Carboidrati: 18.00 g

Proteine: 2.10 g

Grassi: 0.80 g

di cui saturi: 0.19g
di cui monoinsaturi: 0.03g
di cui polinsaturi: 0.59 g

Colesterolo: - mg
Fibre: 1.60 g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito