Latticello Fatto in Casa

Alcune ricette prevedono l’utilizzo del latticello: ma che cos’è? Dove si trova? In Italia, il prodotto è di difficile reperibilità, dunque la soluzione è solo una: la preparazione casalinga. Scoprite tutto quello che si deve sapere sul latticello!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: molto facile

PER QUANTE PERSONE: 4 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:37,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 5 minuti per la preparazione; 15 minuti di riposo


33 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Preparazioni di Base / Ricette dietetiche Light / Ricette per Vegetariani / Ricette Senza Glutine / Ricette Internazionali

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Ciotole
  • Cucchiai

Preparazione

Cosa sapere prima di iniziare
Il latticello è un sottoprodotto del burro molto utilizzato nei Paesi anglosassoni, in America e in Oriente: si presenta come un liquido denso bianco, acidulo, e ha un aspetto simile al siero del formaggio. Si ottiene acidificando il liquido che residua dalla produzione del burro: il siero viene poi lasciato fermentare dai batteri lattici naturalmente presenti nel prodotto.
Noi renderemo estremamente facile e veloce il processo, preparando uno pseudo latticello, acidificando una soluzione di latte e yogurt con un cucchiaio di succo di limone.

  1. Raccogliere lo yogurt in una ciotola, aggiungere il latte e acidificare con un cucchiaio di succo di limone.
  2. Lasciar riposare il composto a temperatura ambiente per 15-20 minuti.

Il latticello originale…
…si prepara lasciando fermentare ciò che residua dalla produzione del burro. Ricordiamo brevemente che per preparare il burro a livello casalingo, è sufficiente far impazzire la panna (lavorandola con le fruste elettriche per 7-8 minuti): dopo che la panna monta, continuando a lavorarla con le fruste, questa si smonta e si può notare la separazione di grumi di grasso (burro) dal liquido (siero). Il siero è il latticello, che va lasciato fermentare per qualche giorno per dar modo ai lattobacilli di proliferare e di trasformare il lattosio in acido lattico: ecco spiegato il motivo per cui il latticello è acido.

  1. Il latticello (finto) è pronto: si conserva fino a 2-3 giorni in frigo e può essere utilizzato per svariate ricette.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Il latticello è l’ingrediente protagonista di numerose ricette tipicamente anglosassoni e americane, come ad esempio il Soda Bread (un pane a lievitazione istantanea che prevede l’uso del bicarbonato), la Velvet Cake (l’irresistibile torta dalla consistenza simile al velluto) e i pancakes. Pensate che il latticello viene utilizzato anche per preparare le marinature del pollo!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Il Latticello Fatto In Casa è un alimento che appartiene al gruppo dei latticini (come lo yogurt e il kefir).
Ha un apporto energetico basso, fornito principalmente dai carboidrati, seguiti dalle proteine e infine dai lipidi.
I glucidi sono prevalentemente semplici, le proteine ad alto valore biologico e gli acidi grassi saturi.
Le fibre sono assenti e il colesterolo è poco rilevante.
Il Latticello Fatto In Casa è un alimento che si presta alla dieta per il sovrappeso e le patologie del metabolismo (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia, diabete mellito tipo 2, iperglicemia).
Non contiene glutine e si presta all'alimentazione per la celiachia.
Contiene lattosio e non risulta idoneo alla nutrizione per questo tipo di intolleranza alimentare.
E' pertinente alla filosofia latto ovo vegetariana ma non a quella vegana e crudista.
La porzione media, se utilizzato come bevanda-spuntino, corrispondere a 150-250g (circa 55-90 kcal).
VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 37.00 Kcal

Carboidrati: 4.20 g

Proteine: 3.20 g

Grassi: 0.90 g

di cui saturi: 0.61g
di cui monoinsaturi: 0.28g
di cui polinsaturi: 0.05 g

Colesterolo: 4.90 mg
Fibre: - g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito