Curry Fatto in Casa

Se dico Masala, che cosa vi viene in mente? Forse, il termine non vi dice molto… Allora proviamo con il termine “Curry”: avete capito a che cosa mi riferisco, giusto?
Il Curry è un composto costituito da una potente miscela di spezie, molto utilizzato in Oriente per insaporire zuppe, stufati e altre innumerevoli ricette. Il sapore e l’intensità del curry possono variare in base alla marca: alcuni sono molto forti e piccanti, altri sono delicati e leggeri. Prepariamolo in casa e personalizziamo il curry scegliendo le spezie che ci piacciono di più.


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: facile

PER QUANTE PERSONE: 20 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:342,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE:


19 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Preparazioni di Base / Ricette Vegane / Ricette Senza Glutine / Ricette dietetiche Light / Ricette per Diabetici / Ricette per Vegetariani / Curry Fatto in Casa

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Mortaio con pestello
  • Barattolo con tappo a vite

Preparazione

  1. Inserire le spezie (semi di coriandolo, semi di cumino, semi di finocchio, chiodi di garofano, cannella, pepe nero e semi di senape) in un mortaio e ridurle in polvere con l’ausilio di un pestello. Mischiare la polvere ottenuta con la polvere di curcuma.

Lo sapevi che…
Esistono molti tipi di Curry, che si differenziano in base alle spezie che lo compongono, alla quantità delle spezie, all’intensità del sapore e al colore.
Ad esempio, per rendere un curry più piccante e potente, si possono aggiungere peperoncino, coriandolo e cardamomo; per rendere il curry più dolce, si può aumentare la dose di cannella; per cambiare colorazione (es. green curry) si può aggiungere del basilico.
L’ingrediente protagonista del curry è rappresentato dalla curcuma, spezia dalle innumerevoli proprietà: antinfiammatorie, antiossidanti, antireumatiche, antiage, immunostimolanti, digestivi e coleretiche

  1. Si può modulare il sapore aggiungendo altre spezie come ad esempio: noce moscata, peperoncino, cardamomo, fieno greco, zenzero, macis, anice, aglio ecc..
  2. Raccogliere il curry in un vasetto con tappo a vite e conservare in un ambiente asciutto, al riparo dalla luce. Consumare entro un paio di mesi.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Il curry è un preparato di spezie davvero eccellente: non solo aromatizza i cibi, ma ci permette anche di ridurre la dose di sale e di giovare delle proprietà terapeutiche delle spezie che abbiamo utilizzato. Scoprite tutte le Ricette a Base di Curry!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Il Curry Fatto in Casa è una ricetta di base, che appartiene al gruppo dei condimenti.
Ha un apporto energetico significativo, fornito principalmente dai carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.
Gli acidi grassi sono prevalentemente monoinsaturi, le proteine a basso valore biologico e i glucidi complessi.
Il colesterolo è assente e le fibre abbondantissime.
Grazie all’elevato contenuto di antiossidanti, il Curry Fatto in Casa si presta alle diete contro le patologie del metabolismo.
Non contiene lattosio e glutine, pertanto si presta alla dieta per le relative intolleranze.
Potrebbe rivelarsi controindicato nelle terapie alimentari per le patologie dello stomaco e dell’intestino.
E’ pertinente alle filosofie vegetariana e vegana.
Non esiste una porzione media.
VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 342.00 Kcal

Carboidrati: 44.30 g

Proteine: 14.10 g

Grassi: 13.20 g

di cui saturi: 1.65g
di cui monoinsaturi: 8.98g
di cui polinsaturi: 2.56 g

Colesterolo: - mg
Fibre: 23.90 g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito