Panettone Salato Vegano con Farina di Farro - Per Panettone Gastronomico

Maestoso ed imponente, il panettone salato è diventato oramai famoso proprio come suo “fratello” dolce! Oggi sarà protagonista del buffet di antipasti natalizi di My-personaltrainer, ma ve lo propongo nella versione leggera, senza burro e uova! Scopriamo i dettagli!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: abbastanza facile

PER QUANTE PERSONE: 10 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:204,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 20 minuti per la preparazione; 15 ore per le lievitazioni; 55 minuti per la cottura


11 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Pane, Pizza e Brioche / Ricette di Natale / Ricette dietetiche Light / Ricette Vegane / Ricette per Vegetariani

Ingredienti

Per il lievitino

Per il secondo impasto

Per pennellare

Materiale occorrente

  • Teglia a cerniera per panettone (altezza: 10 cm; diametro: 16 cm) oppure pirottino di carta da 750 g
  • Ciotole di varie misure
  • Colino
  • Cucchiaio di legno
  • Pennello
  • Lametta o coltello affilato
  • Carta da forno
  • Bilancina pesa alimenti

Preparazione

  1. Per prima cosa, dedicarsi alla preparazione del lievitino (primo impasto). In una ciotola, raccogliere la farina Manitoba e la farina di farro integrale. Aggiungere il lievito di birra secco ed impastare con l’acqua tiepida addolcita con un cucchiaino di malto d’orzo (oppure con zucchero di canna): si dovrà ottenere un impasto liscio e morbido. Inserire la pasta in una ciotola coprire con pellicola trasparente e lasciar lievitare in un ambiente tiepido per 2 ore.

La scelta delle farine
In questa ricetta consigliamo di utilizzare un mix tra farina Manitoba e farina di farro integrale. La farina Manitoba è una farina forte, in grado di sviluppare molto glutine a contatto dei liquidi: questa farina particolare garantisce un prodotto morbido e soffice. Oltre alla Manitoba, consigliamo l’uso della farina di farro integrale: come alternativa, è possibile utilizzare farina di frumento integrale, farina di avena, farina di segale ecc..

  1. Quando il lievitino risulta gonfio e soffice, procedere con la preparazione del secondo impasto. In una ciotola, mischiare la farina Manitoba, la farina di farro ed 1 grammo di lievito di birra secco; al centro, aggiungere il lievitino e l’olio extravergine. Aromatizzare a piacere con un cucchiaino di aglio in polvere, origano e pepe nero. Impastare aggiungendo l’acqua tiepida a filo. Come ultimo ingrediente, unire il sale. Impastare con le mani, a lungo, fino a quando la pasta apparirà liscia e priva di grumi.
  2. Inserire la palla d’impasto in un pirottino di carta da 750 g oppure in uno stampo per panettone dal diametro di 16 cm e dall’altezza di 10 cm: in quest’ultimo caso, si consiglia di ungere lo stampo con poco olio e di appiccicarvi delle strisce di carta da forno.
  3. Lasciar riposare l’impasto lievitato nello stampo, in un ambiente tiepido, per 8-12 ore o fino a quando l’impasto sborda dallo stampo.

Il consiglio giusto
Per agevolare la lievitazione, si consiglia di lasciar riposare la pasta in un ambiente tiepido, come ad esempio il forno preriscaldato al massimo per un minuto, ma spento, oppure accanto ai fornelli o al termosifone. I tempi di lievitazione possono cambiare in base alle condizioni ambientali (umidità e temperatura) in cui si lascia riposare il composto e al modo in cui l’impasto viene lavorato.

  1. Preriscaldare il forno a 170°C (nella funzione ventilata).
  2. Incidere delicatamente il panettone salato lievitato in superficie, praticando un taglio a croce con una lametta da barba oppure con un coltello molto affilato, avendo cura di non far smontare la pasta.
  3. Pennellare la superficie con del latte vegetale per renderla lucida.
  4. Cuocere il panettone inserendo nel forno un pentolino d’acqua calda, indispensabile per creare la giusta umidità. Impostare il forno a 170°C e cuocere per 30 minuti; proseguire la cottura rimuovendo il pentolino ed abbassando la temperatura a 140°C per altri 25 minuti.
  5. Spegnere il forno, lasciar completamente raffreddare il panettone salato. Per evitare di far abbassare la pasta, si consiglia di inserire sul fondo due bastoncini di legno o di acciaio e di far raffreddare il panettone a testa in giù.
  6. Il panettone salato è pronto per essere farcito: si consiglia di inserire il panettone salato raffreddato in un sacchetto e di tagliarlo a fette il giorno seguente.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Il panettone salato si conserva per 3 giorni: vi consiglio di chiuderlo in un sacchetto di plastica solo quando si è completamente raffreddato! Potete addirittura congelarlo ma in quel caso, è preferibile tagliarlo a fette orizzontali prima di conservarlo in freezer. Questo pane gigantesco è perfetto per realizzare il panettone gastronomico, nella versione vegetale! Se siete curiosi di scoprire tutti i dettagli, non perdetevi il mio prossimo video!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta



Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito