Pane Nero al Carbone Vegetale

Pancia gonfia e tensione addominale? Il carbone vegetale è sicuramente uno dei rimedi naturali più utilizzati per ridurre questi spiacevoli sintomi, anche in quei casi in cui il gonfiore addominale dipende da un eccesso di pane, pizze ed alimenti con lievito! Proviamo ad unire l’utile al dilettevole preparando un pane delizioso al carbone vegetale?


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: difficile

PER QUANTE PERSONE: 6 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:246,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 20 minuti per la preparazione; 4 ore per le lievitazioni; 20 minuti per la cottura


43 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Pane, Pizza e Brioche / Ricette Funzionali / Ricette Vegane / Ricette per Vegetariani / Pane Nero al Carbone Vegetale

Ingredienti

Per 6 panini

Materiale occorrente

  • Ciotole di varie misure
  • Bilancina pesa alimenti
  • Mortaio oppure macinino per spezie oppure matterello
  • Pellicola trasparente
  • Teglia da forno
  • Carta da forno
  • Setaccio
  • Coltello affilato o limetta

Preparazione

  1. Per prima cosa, dedicarsi alla preparazione del lievitino. In una ciotola, setacciare 100 g di farina Manitoba ed aggiungere un cucchiaino di zucchero di canna (oppure zucchero semolato o malto d’orzo) ed il lievito di birra secco (oppure 6 g di lievito di birra fresco). Amalgamare il tutto con 100 ml di acqua tiepida, mescolando con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere una pastella molto appiccicosa e non lavorabile con le mani. Coprire la ciotola con un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare in un ambiente tiepido per un’oretta.
  2. Nel frattempo, preparare la polvere di carbone vegetale. Pestare le compresse di carbone vegetale in un mortaio; in alternativa, schiacciarle tra due fogli di carta da forno aiutandosi con un matterello.

Che cos’è il carbone vegetale e perché si utilizza?
Il carbone vegetale, facilmente reperibile in farmacia ed in erboristeria, è un integratore ottenuto dalla lavorazione del legno (es. legno di pioppo, salice e betulla), sottoposto a combustione senza fiamma. Questa sostanza, reperibile sottoforma di polvere o compresse, viene utilizzata come antitossico (per il trattamento di avvelenamenti orali acuti) e, grazie alla sua capacità di adsorbire liquidi e gas, per contrastare problemi come aerofagia, diarrea, meteorismo (pancia gonfia), flatulenza e alitosi.

  1. Quando il lievitino appare gonfio e soffice, procedere con la preparazione dell’impasto principale. In una ciotola, setacciare la farina Manitoba rimanente e mischiarla con il carbone vegetale ridotto in polvere e con i semi di finocchio. Con le mani, creare un solco centrale, dunque unire il lievitino, l’olio extravergine e l’acqua. Amalgamare il tutto aggiungendo, come ultimo ingrediente, il sale. Impastare la massa a lungo, fino a quando il colore nero si sarà distribuito uniformemente e la pasta avrà raggiunto una consistenza vellutata e priva di grumi.

Curiosità
Per preparare questo pane suggeriamo di aggiungere all’impasto un cucchiaino di semi di finocchio (pianta carminativa, in grado di ridurre la formazione di gas intestinali) per potenziare l’azione del carbone vegetale.

  1. Riporre l’impasto nella ciotola, coprire con pellicola trasparente e lasciar lievitare nuovamente in un ambiente tiepido (es. forno spento ma con la luce accesa oppure leggermente riscaldato a bassissime temperature). Lasciar riposare fino a quando la massa triplica il proprio volume (2 ore circa).
  2. Trascorso il tempo necessario, riprendere la pasta e dividerla in 6 pezzi: formare dei panini dalla forma leggermente allungata, praticando profonde incisioni sulla superficie.
  3. Sistemare i panini su una piastra foderata con la carta da forno e lasciar lievitare per circa 30 minuti.
  4. Preriscaldare il forno a 200°C statico (oppure 180°C ventilato) e cuocere per circa 20 minuti.
  5. Lasciar raffreddare e servire. Il pane nero al carbone vegetale si conserva per 2-3 giorni, in un sacchetto di plastica. È possibile il congelamento.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Pur essendo vero che il pane nero “va tanto di moda” in questo periodo, è corretto affermare che si tratta anche di un alimento alleato della nostra salute, in grado di concorrere alla prevenzione di gonfiore addominale e meteorismo! Tuttavia, vi ricordo che le dosi di carbone vegetale utilizzate in questa preparazione sono piuttosto basse, così come l’acqua presente nell’impasto è presente in dosi ridotte (rispetto a quelle che richiederebbe il carbone vegetale per essere efficace): per queste motivazioni, il consiglio che mi sento di darvi è quello di utilizzare eventualmente il carbone puro come integrazione, e non di sostituire le classiche dosi con l’assunzione di questo pane al carbone! Alcune persone ritengono che il pane preparato con il carbone vegetale sia più digeribile rispetto a quello tradizionale, ma quest’affermazione non trova evidente dimostrazione. Riassumendo, il pane nero al carbone vegetale non può essere considerato una valida alternativa all’integrazione. Dinnanzi allo scandalo suscitato da alcuni panificatori che commercializzavano pane nero contraffatto da sostanze coloranti non ammesse per legge, posso tranquillizzare i lettori affermando che il pane nero preparato con carbone vegetale non crea danno alla salute.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

Quello Nero al Carbone Vegetale è un alimento che appartiene al gruppo del pane e derivati.
Ha un apporto calorico medio (comune agli altri tipi di pane magro), fornito principalmente dai carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.
I glucidi sono prevalentemente complessi, gli acidi grassi monoinsaturi e i peptidi a medio valore biologico.
Non contiene colesterolo e le fibre risultano abbondanti (il valore indicato in tabella non tiene in considerazione l'apporto delle fibre contenute nel carbone vegetale).
La ricetta del Pane Nero può essere inserita nella maggior parte dei regimi alimentari.
Come gli altri tipi di pane, andrebbe consumato con moderazione soprattutto in caso di sovrappeso, diabete mellito tipo 2 e ipertrigliceridemia.
E' tollerato dalla filosofia vegetariana e vegana. Non può essere utilizzato nella dieta contro l'intolleranza al glutine ma non ha controindicazioni nello schema nutrizionale per l'ipersensibilità al lattosio.
La porzione media varia notevolmente in base alla composizione totale della dieta.
NB. Il carbone vegetale è un ingrediente controverso. Non si conoscono gli effetti di un'assunzione sistematica e frequente ma è ipotizzabile che possa avere degli effetti collaterali. Si raccomanda di consumarlo con moderazione e saltuariamente

VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 246.00 Kcal

Carboidrati: 42.50 g

Proteine: 9.20 g

Grassi: 5.50 g

di cui saturi: 0.94g
di cui monoinsaturi: 3.70g
di cui polinsaturi: 0.86 g

Colesterolo: - mg
Fibre: 1.70 g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito