Tiramisù all’Arancia con Uova Pastorizzate

Oggi vorrei soddisfare una richiesta che mi è stata fatta dalla Signora Carmela. Vi leggo il suo messaggio: “Gentile Alice, avrei una domanda da farti. In casa amiamo il tiramisù con la crema di mascarpone, ma vorrei un’alternativa fresca alla versione tradizionale con il caffè, che a mio figlio non piace. Inoltre volevo sapere se c’è un modo per consumare le uova crude senza pericoli. Hai qualcosa da consigliarci?”. Ebbene, ho deciso di proporvi la mia versione del Tiramisù all’arancia, con uova pastorizzate!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: difficile

PER QUANTE PERSONE: 12 persone

COSTO: medio

CALORIE PER 100 GRAMMI:220,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 60 minuti per la preparazione; 3 ore di raffreddamento


75 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Dolci e Dessert / Ricette per le Festività

Ingredienti

Per il tiramisu'

Per la gelatina

Materiale occorrente

  • Teglia in ceramica o in vetro dalle dimensioni di 25 x 30 cm
  • Sbattitore elettrico
  • Ciotole
  • Pentolino
  • Termometro per alimenti

Preparazione

  1. Tagliare le arance a metà e spremerne il succo. Raccogliere il succo e la polpa in un piatto: il peso della spremuta d’arancia dev’essere di circa 350 ml.
  2. Sgusciare le uova e dividere accuratamente i tuorli dagli albumi: in questa ricetta utilizzeremo solo i tuorli. Gli albumi si possono utilizzare per preparare amaretti o frittate proteiche.
  3. Montare la panna a neve ben ferma: è possibile utilizzare panna fresca oppure panna vegetale a seconda dei propri gusti.
  4. Raccogliere i tuorli in una ciotola, aromatizzare con scorza d’arancia e lavorare il composto a crema con le fruste elettriche aggiungendo 60 g di zucchero semolato.
  5. Nel frattempo, versare 60 g di zucchero e 30 ml (3 cucchiai circa) di acqua in un pentolino. Cuocere fino al raggiungimento dei 121°C.
  6. Quando lo sciroppo di zucchero ha raggiunto la giusta temperatura, procedere con la pastorizzazione dei tuorli: versare lo sciroppo a filo nella crema di tuorli montati, continuando a mescolare con le fruste per altri 2-3 minuti.

Perché pastorizzare le uova?
In questo modo, si scongiura il rischio legato al consumo delle uova crude infette da batteri (es. Salmonella).

  1. Una volta pronta la crema di tuorli, aggiungere lentamente ed a cucchiaite il mascarpone e la ricotta fresca, continuando a lavorare il composto con le fruste elettriche. Unire, come ultimo ingrediente, la panna montata.

Lo sapevi che…
Il tiramisù può essere preparato anche aggiungendo una massa di albumi montati a neve, a loro volta pastorizzati. Gli albumi alleggeriscono ulteriormente la crema. Tuttavia, in questa versione abbiamo suggerito l’aggiunta della panna, come alternativa pratica agli albumi a neve.

  1. Una volta pronta la crema, procedere con la messa in forma del tiramisù.
  2. Rotolare i biscotti savoiardi nella spremuta d’arancia, rigirandoli spesso affinché i biscotti possano inzupparsi e diventare morbidi.
  3. Collocare i savoiardi inzuppati nella pirofila, avendo cura di seguire un certo ordine. Ricoprire con uno strato abbondante di crema all’arancia.
  4. Procedere ricoprendo con altri savoiardi inzuppati, collocandoli in modo perpendicolare rispetto allo strato sottostante. Ultimare con un altro strato di crema.

Lo sapevi che…
Per arricchire il tiramisù, è possibile inserire alcuni pezzi o alcune fettine sottili di arancia alla crema. I più golosi possono aggiungere delle scaglie di cioccolato tra uno strato di savoiardi e l’altro.

  1. Sistemare il tiramisù in congelatore per dieci minuti.
  2. Nel frattempo, mettere in ammollo i fogli di colla di pesce in acqua fredda per una decina di minuti.
  3. Spremere altre arance fino ad ottenere 300 ml di succo, dopo averlo filtrato per separare la polpa.
  4. A questo punto, scolare i fogli di colla di pesce dall’acqua di ammollo e raccoglierli in una ciotola, aggiungere qualche cucchiaio di succo di arancia e scaldare il composto fino a completo scioglimento della gelatina. Mischiare la colla di pesce al resto del succo d’arancia.
  5. Rimuovere la pirofila dal congelatore e versare delicatamente il succo con la gelatina sulla superficie. Riporre il tiramisù alla frutta in frigo per almeno 2-3 ore, affinché la colla di pesce possa consolidarsi. Per un risultato migliore, si consiglia di consumare il tiramisù il giorno successivo.
  6. Tagliare il tiramisù a fette e servire.


Il commento di Alice - PersonalCooker

Un tiramisù fresco e leggero per appagare anche i palati più esigenti. Per una versione più pratica ed elegante, perché non preparare delle coppette monoporzioni di tiramisù? Se ne preparate troppo, non dovrete far altro che conservare le coppette in congelatore: il tiramisù si conserverà perfettamente per un paio di mesi.

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta



Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito