Taralli Dolci Glassati

Per Pasqua abbiamo bisogno di biscotti che sorprendano, che lascino tutti a bocca aperta, che si distinguano dai classici frollini! Per questo, vi propongo i Taralli glassati, una specialità pugliese nata per celebrare la Pasqua. Ogni famiglia ha la propria ricetta che custodisce con cura: io vi propongo la mia!


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: difficile

PER QUANTE PERSONE: 8 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:301,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 30 minuti per la preparazione; 30 minuti per la cottura


14 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Dolci e Dessert / Ricette Pasquali / Ricette per Vegetariani / Ricette Regionali

Ingredienti

Materiale occorrente

  • Ciotola
  • Bilancina pesa alimenti
  • Casseruola
  • Piastra da forno
  • Carta da forno
  • Pennello (facoltativo)
  • Grattugia o riga limoni
  • Schiumarola

Preparazione

  1. In una ciotola, setacciare la farina bianca, aggiungere il sale e aromatizzare con scorza di limone e con l’essenza di vaniglia. Aggiungere un pizzico di bicarbonato, lo zucchero e impastare gli ingredienti aggiungendo l’olio, la grappa e le uova.

Lo sapevi che…
In alcuni paesi, i taralli dolci si preparano con il vino oppure con il liquore all’anice.
Il bicarbonato di sodio può essere sostituito con lievito istantaneo per dolci oppure con un pizzico di bicarbonato di ammonio.

  1. Una volta ottenuta la giusta consistenza, avvolgere la pasta in un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare per mezz’ora.
  2. Riprendere la pasta, tagliarla a pezzi grandi quanto una noce. Lavorare ogni pezzo con le mani fino ad ottenere dei cordoncini dalla lunghezza di 12-15 cm.
  3. Sollevare le due estremità e attorcigliare ogni bastoncino per formare una sorta di anello; pizzicare la pasta con le mani nel punto in cui le estremità si incrociano: si dovrà ottenere la classica forma dei taralli.
  4. Man mano che si preparano i taralli, si consiglia di disporli su un foglio di carta da forno.
  5. Nel frattempo, riempire una casseruola con abbondante acqua e portare a bollore. Quando l’acqua bolle, tuffare i taralli pochi per volta: dopo qualche istante i taralli affiorano. Dunque scolarli con la schiumarola e disporli su un foglio di carta da forno.
  6. Nel frattempo, accendere il forno e preriscaldarlo a 180°C (ventilato)
  7. Disporre i taralli ordinatamente su una o due piastre rivestite di carta da forno. Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornare i taralli a 180°C per 25-30 minuti: se la superficie tende a scurire troppo, abbassare la temperatura del forno. I taralli devono risultare lievemente dorati e lucidi
  8. Preparare la glassa di zucchero. Scaldare lo zucchero a velo con l’acqua: quando è caldo, spegnere la fiamma, aggiungere qualche goccia di succo di limone per ottenere la corretta densità. A piacere, tingere la glassa con coloranti alimentari.
  9. Inzuppare i taralli nella glassa oppure pennellare la glassa sulla superficie dei taralli. Lasciarli asciugare completamente su un foglio di carta da forno o su una griglia.

Lo sapevi che…
Se la glassa si asciuga velocemente, riportarla per pochi istanti sul fuoco per liquefarla.
La glassa può essere anche preparata con albumi e zucchero (glassa reale).
Ancora, i taralli dolci si possono impreziosire con perline colorate.

  1. I taralli glassati sono pronti: si conservano anche per 3 settimane, in una scatola di latta.


Il commento di Alice - PersonalCooker

So che i taralli glassati si preparano anche per le grandi occasioni, come Pasqua e Natale, ma le varianti nella ricetta (sia nella preparazione dell’impasto sia nella glassa) sono davvero moltissime!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta



Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito