Bomboloni Vegani - Krapfen Integrali senza Uova, Burro e Latte

Tempo di festa anche in cucina… profumo di dolci zuccherosi e fritti! Per rendere il Carnevale ancora più allegro, prepariamo i bomboloni in casa: ve li suggerisco nella versione semi-integrale, senza uova e senza burro. Anche fritti, risulteranno leggerissimi: scommettiamo che piaceranno a tutti?


Carta di Identità della Ricetta

DIFFICOLTÀ: difficile

PER QUANTE PERSONE: 5 persone

COSTO: basso

CALORIE PER 100 GRAMMI:272,00 KCal

TEMPO DI PREPARAZIONE:

NOTE: 30 minuti per la preparazione; 24 ore per la lievitazione; 5 minuti per la frittura


103 CommentiClicca per leggerli

Categoria Ricetta

Categoria Ricetta:   Dolci e Dessert / Ricette di Carnevale / Ricette Vegane / Ricette per Vegetariani / Bomboloni Vegani - Krapfen Integrali senza Uova, Burro e Latte

Ingredienti

Per la pasta

Per la farcitura e per la copertura

Per friggere

Materiale occorrente

  • Ciotola
  • Bilancina pesa alimenti
  • Grattugia o riga limoni
  • Carta assorbente
  • Termometro per alimenti
  • Schiumarola
  • Pellicola trasparente
  • Taglia biscotti o bicchiere
  • Pennello
  • Pentola per friggere
  • Matterello

Preparazione

  1. In una ciotola, mischiare la farina Manitoba e la farina integrale di frumento insieme allo zucchero di canna. Aromatizzare il composto con scorza grattugiata di limone e arancia, dunque aggiungere a piacere un cucchiaino di essenza di vaniglia.
  2. Al centro, unire il lievito di birra secco e iniziare ad impastare aggiungendo a filo l’acqua frizzante e l’olio di semi di mais.
  3. Come ultimo ingrediente, aggiungere un pizzico di sale

Lo sapevi che…
L’acqua frizzante, ricca di anidride carbonica, facilita la lievitazione e permette di inglobare aria all’interno dell’impasto.
Per ottenere dei bomboloni soffici e molto morbidi, si raccomanda di mischiare una parte di farina integrale con la farina Manitoba. Ovvero una farina molto forte in grado di sviluppare molto glutine a contatto dei liquidi, la stessa che si usa per preparare il seitan.
Il lievito di birra secco può essere sostituito con 9 g di lievito di birra fresco oppure con una dose di lievito madre pari al 30% rispetto al peso totale della farina. La lunga lievitazione permette di rendere il composto molto digeribile e di impreziosirlo di sostanze aromatiche prodotte dai lieviti.

  1. Impastare gli ingredienti a lungo, battendo la pasta sulla spianatoia per favorire lo sviluppo della maglia glutinica. Riporre la pasta nella ciotola, coprire con pellicola trasparente e lasciar lievitare la pasta lentamente, in frigo, per 24 ore.
  2. Il giorno seguente, rimuovere la ciotola dal frigo e lasciare la pasta a temperatura ambiente per un’ora.
  3. Aprire delicatamente l’impasto, prima con le mani, poi con il matterello per ottenere un disco dallo spessore di 4-5 mm.
  4. Con uno stampino rotondo oppure con il bordo di un bicchiere, tagliare la pasta a dischi.
  5. Farcire la metà dei dischi con un cucchiaino di marmellata biologica senza zuccheri aggiunti. In alternativa, farcire i krapfen con crema di nocciole vegan o con crema pasticcera vegan.
  6. Pennellare con acqua i dischi non farciti, dunque adagiarli sopra ai rispettivi con la farcitura, sigillando accuratamente i bordi. Procedere in questo modo anche con i rimanenti dischi. I ritagli si possono impastare nuovamente ed ottenere altri bomboloni.
  7. Sistemare i krapfen su carta da forno e lasciar lievitare per un’ora.
  8. Preparare l’olio per friggere. Versare l’olio di semi di arachide in una casseruola e portare alla temperatura di 160-170°C.

Attenzione
Quando si frigge, è importante controllare costantemente la temperatura per evitare che l’olio superi il punto di fumo, ovvero la temperatura oltre alla quale iniziano a formarsi composti tossici per la salute.

  1. Quando l’olio ha raggiunto la giusta temperatura (si può controllare introducendo un bastoncino di legno nell’olio bollente), immergere i bomboloni e cuocerli per 2-3 minuti, rigirandoli spesso.
  2. Quando sono cotti, rimuoverli dall’olio con l’aiuto di una schiumarola e sistemarli su un foglio di carta assorbente.
  3. A piacere, spolverizzare i bomboloni con zucchero di canna tritato a velo.
  4. Per una versione più leggera, i bomboloni vegani si possono cuocere in forno a 160°C per 20 minuti.

Lo sapevi che…
Per la conservazione in congelatore esistono due possibilità: i bomboloni si possono congelare da crudi (prima dell’ultima lievitazione) o dopo la cottura. Nel primo caso, per cuocerli si dovranno lasciare a temperatura ambiente per 10-12 ore, fino a quando riprendono la lievitazione, per poi essere cotti (nell’olio o in forno). Nel secondo caso, basterà scongelare i krapfen lentamente in frigo per una notte e riscaldarli leggermente per assaporarne il gusto e la consistenza.



Il commento di Alice - PersonalCooker

Con questa ricetta, i bomboloni risulteranno perfetti: l’assenza di uova e burro rende il dolce davvero leggero, così tanto che non sembrerà fritto! Preparateli in casa: susciteranno successo in famiglia!

Valori nutrizionali e Commento Salutistico sulla ricetta

I Bomboloni Vegani sono alimenti che appartengono al gruppo dei dessert.
Hanno un apporto energetico elevato, fornito principalmente dai carboidrati, seguiti dai lipidi e infine dalle proteine.
I glucidi sono prevalentemente complessi, gli acidi grassi insaturi e i peptidi a medio valore biologico.
Le fibre sono presenti in quantità elevate, mentre il colesterolo è assente.
I Bomboloni Vegani non sono indicati nella dieta per il sovrappeso e andrebbero consumati saltuariamente, oltre che in porzioni moderate in caso di iperglicemia, diabete mellito tipo 2 e ipertrigliceridemia.
Contengono glutine e andrebbero evitati nell'alimentazione per la celiachia.
Non contengono lattosio e risultano idonei alla nutrizione per questo tipo di intolleranza alimentare.
La ricchezza di fibre può incrementare la motilità intestinale.
Sono pertinenti alla filosofia latto ovo vegetariana e a quella vegana.
La porzione media come alimento da prima colazione è di 70 g (1 intero = 190 kcal), mentre come spuntino si dovrebbe limitare a 40 g (110 kcal).
I valori nutrizionali sono stati calcolati ipotizzando un assorbimento di olio da frittura molto basso.
VALORI NUTRIZIONALI (100 g)

Calorie: 272.00 Kcal

Carboidrati: 50.40 g

Proteine: 6.80 g

Grassi: 6.20 g

di cui saturi: 1.14g
di cui monoinsaturi: 2.03g
di cui polinsaturi: 2.98 g

Colesterolo: - mg
Fibre: 3.30 g


Commenti da Youtube

Ricette correlate

Cerca nel sito