Letargia - Cause e Sintomi

Definizione

La letargia è uno stato patologico caratterizzato da un sonno profondo.
Questa condizione si associa a:

  • Rilassamento completo del tono muscolare;
  • Rallentamento delle funzioni psichiche.
  • Assenza o dalla minima capacità di reazione agli stimoli;

Se risvegliato, il paziente tende a riaddormentarsi subito dopo.

Nei casi più gravi, la letargia può evolvere in uno stato comatoso.

Le cause scatenanti possono essere diverse. La letargia è spesso dovuta a lesioni e a patologie del sistema nervoso che interessano l'area ipotalamo-mesencefalica, come tumori, accidenti vascolari ed encefaliti infettive (es. tripanosomiasi africana).

Altre possibili cause sono le alterazioni metaboliche, come ipoglicemia, insufficienza epatica, acidosi, alcolismo ed avvelenamento cronico da monossido di carbonio. Inoltre, questo stato di sonno profondo può riscontrarsi in presenza di ipotiroidismo, anemia e policitemia.

La letargia può anche rientrare nel quadro sintomatologico di alcune forme di depressione.


Letargia

Possibili Cause* di Letargia

* Il sintomo - Letargia - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Letargia può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.

© 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152 - Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l. - Chi siamo - Contatti - Privacy - Privacy Policy - Cookie Policy - Disclaimer e Note legali

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer »

Sito cellulare: