Lagoftalmo - Cause e Sintomi

Definizione

Il lagoftalmo è una condizione caratterizzata dall'impossibilità di chiudere completamente una o entrambe le palpebre.

Questo sintomo può dipendere da paralisi del nervo facciale, lesioni del muscolo orbicolare dell'occhio e malformazioni congenite. Il lagoftalmo si può sviluppare, inoltre, in presenza di cicatrici retraenti le palpebre, causate da traumi fisici o complicanze di interventi medici (come la blefaroplastica). Altre cause comprendono l'esoftalmo (protrusione del bulbo oculare dall'orbita) e l'ectropion (rotazione della palpebra all'esterno).

Il lagoftalmo può verificarsi anche in pazienti in stato comatoso con una diminuzione del tono del muscolo orbicolare e nelle persone con gravi disturbi della pelle, come l'ittiosi.

L'incompleta chiusura della rima palpebrale lascia parte della cornea e della congiuntiva scoperte ed esposte all'azione degli agenti esterni. Ciò favorisce varie conseguenze, quali congiuntivite, cheratite ed abrasioni corneali.

Nelle forme più gravi, la cornea diviene opaca, neovascolarizzata e presenta fenomeni ulcerativi, i quali possono complicarsi con processi infettivi.

Possibili Cause* di Lagoftalmo

* Il sintomo - Lagoftalmo - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Lagoftalmo può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.

Foto, Curiosità, Approfondimenti

© 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152 - Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l. - Chi siamo - Contatti - Privacy - Privacy Policy - Cookie Policy - Disclaimer e Note legali

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer »

Sito cellulare: