Sintomi Dermatofibroma

Definizione

Il dermatofibroma è un tumore della pelle di natura benigna, piuttosto frequente.

Questa neoformazione cutanea è costituita da una proliferazione di fibroblasti con localizzazione nel derma.

Il dermatofibroma compare, di solito, in soggetti adulti, soprattutto di sesso femminile, tipicamente intorno ai 20-30 anni di età.

L'esatta eziologia è ancora sconosciuta, tuttavia l'esordio di queste lesioni è spesso preceduto da un trauma, specialmente a carico della cute degli arti inferiori. Altri possibili fattori predisponenti sono i processi reattivi, come la follicolite e le punture d'insetto.


dermatofibroma

Altre foto Dermatofibroma

Sintomi e Segni più comuni*

*I sintomi evidenziati dal grassetto sono tipici, ma non esclusivi, del disturbo Dermatofibroma

Ulteriori indicazioni

Il dermatofibroma si presenta come una piccola papula o un nodulo duro. Di solito, questa lesione è leggermente rilevata sul piano cutaneo e misura 0,5-1,5 cm di diametro (nella maggior parte dei casi, le dimensioni sono di 7-10 mm).

Alla palpazione, questa neoformazione viene percepita come una lenticchia contenuta nello spessore del derma.

Il dermatofibroma è ricoperto da epidermide pigmentata più intensamente rispetto alla cute circostante: il colore della lesione può virare dal rosa al marrone chiaro sulle pelli chiare e dal bruno al nero su quelle scure; alcune di queste neoformazioni sembrano, inoltre, più pallide al centro.

Generalmente, il dermatofibroma si manifesta sulle cosce o sulle gambe, ma può comparire anche a livello di braccia, tronco o in qualsiasi altro sito del corpo.

Nella maggior parte dei casi, il dermatofibroma è asintomatico o causa un minimo fastidio. Solo in alcuni casi, le lesioni possono provocare prurito oppure ulcerarsi dopo traumi modesti, soprattutto quando si trovano al di sopra di un piano osseo (es. tibia).

La diagnosi è clinica e sostenuta dalla dermatoscopia; quando viene pizzicata tra le dita, questa neoformazione cutanea si introflette in modo caratteristico.

Il dermatofibroma può regredire spontaneamente; quando procura disagio al paziente, la terapia prevede l'asportazione del nodulo, il quale però può recidivare.

© 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152 - Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l. - Chi siamo - Contatti - Informativa Privacy - Privacy Policy - Cookie Policy - Disclaimer e Note legali

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer »

Sito cellulare: