Agorafobia - Cause e Sintomi

Definizione

Agorafobia” è un termine che deriva dal greco e significa “paura della piazza”.

Dal punto di vista clinico, ciò identifica una sensazione di grave disagio che una persona prova quando si ritrova in ambienti non familiari, spazi all'aperto ampi e vasti o tra la folla.

Pertanto, il soggetto che soffre di agorafobia ha difficoltà ad uscire di casa se non accompagnato, prova disagio nel viaggiare da solo su trasporti pubblici (come l'autobus o l'aeroplano) e cerca di evitare luoghi pubblici molto frequentati (es. ristoranti, mercati, concerti, cinema e centri commerciali).

Nella maggior parte dei casi, l'agorafobia è un problema che emerge secondariamente all'insorgenza di attacchi di panico, crisi d'ansia minori e situazioni di stress post-traumatico.
Inoltre, il disturbo può associarsi a fobia sociale, sintomi depressivi ed ossessivi, disturbi del respiro, tachicardia, vertigini, sudorazione, sensazione di svenimento, tremori e paura di morire.

Questa manifestazione ansiosa può essere molto invalidante, in quanto può innescare attacchi di panico al pensiero di non ricevere soccorso in pubblico, nel caso in cui si verificasse una crisi, o al pensiero di trovarsi in un luogo senza un'uscita di sicurezza immediata, disponibile alla vista, che consenta di dirigersi verso un luogo reputato più sicuro (quest'ultima è considerata una delle caratteristiche chiave delle situazioni agorafobiche).

L'agorafobia richiede un trattamento farmacologico (a base di tranquillanti ed antidepressivi) e psicoterapeutico (terapia comportamentale).


Agarofobia

Possibili Cause* di Agorafobia

* Il sintomo - Agorafobia - è tipico di malattie, condizioni e disturbi evidenziati in grassetto. Cliccando sulla patologia di tuo interesse potrai leggere ulteriori informazioni sulle sue origini e sui sintomi che la caratterizzano. Agorafobia può anche essere un sintomo tipico di altre malattie, non incluse nel nostro database e per questo non elencate.