Neuropatia periferica: tra false credenze e verità

Con il termine di neuropatia periferica, i medici indicano una condizione morbosa cronica e di solito progressiva, caratterizzata da un danneggiamento o un malfunzionamento dei nervi del sistema nervoso periferico (o nervi periferici).

Il sistema nervoso periferico (SNP) è il "braccio" del sistema nervoso centrale (SNC).
Infatti, grazie alla sua intricata rete di neuroni, ha il doppio compito di trasportare i segnali nervosi dal SNC alla periferia e viceversa.
Il sistema nervoso centrale è un vero e proprio centro di elaborazione dati, quindi è fondamentale per le nostre funzioni vitali; tuttavia, senza il supporto del SNP, non potrebbe funzionare in maniera efficiente.

La neuropatia periferica può manifestarsi a tre livelli diversi: sensitivo, se danno o disfunzione sono a carico dei nervi periferici sensitivi; motorio, se deterioramento o malfunzionamento interessano i nervi periferici motori; autonomo, se danneggiamento e mancato funzionamento riguardano i nervi periferici autonomi.

Poiché c'è molta disinformazione a riguardo, lo scopo di questa fotogallery è sfatare le più comuni false credenze che riguardano la neuropatia periferica e, al tempo stesso, riportare i fatti reali e alcune curiosità.

Prima di procedere, è importante ricordare al lettore, a scanso di equivoci, che nel titolo di ciascuna immagine compare il mito da sfatare.