Morbo di Parkinson: i miti da sfatare

Il morbo di Parkinson è una malattia neurologica, caratterizzata dalla progressiva e lenta degenerazione dei neuroni della substantia nigra. La substantia nigra (o sostanza nera di Sommering) è un'area del sistema nervoso centrale, situata tra mesencefalo e diencefalo e costituente parte dei cosiddetti gangli della base.

La funzione principale della substantia nigra (o, meglio, delle cellule che la compongono) è produrre un neurotrasmettitore fondamentale per l'esecuzione armonica e veloce dei movimenti: la dopamina.

Nelle persone affette da Parkinson, la degenerazione delle cellule della substantia nigra comporta, dapprima, la riduzione della dopamina circolante e, successivamente, una serie di gravi difficoltà motorie.

Lo scopo di questa fotogallery è sfatare alcuni falsi miti che aleggiano attorno al morbo di Parkinson, riportando – dove possibile, ovviamente – anche alcune curiosità che non tutti i lettori potrebbero conoscere.

Prima di procedere e per non creare confusione, è opportuno sottolineare che il titolo di ciascuna immagine riporta la credenza da sfatare.

Immagini simili