Che cosa s'intende per difetto interatriale del cuore?

Quando i cardiologi parlano delle anomalie congenite del cuore citano anche i cosiddetti difetti del setto interatriale.

Di che cosa si tratta di preciso?

Un difetto del setto interatriale, o più semplicemente difetto interatriale, è un vero e proprio buco situato nella porzione di tessuto che separa l'atrio destro dall'atrio sinistro del cuore.

La presenza di un buco in tale posizione fa sì che una quantità più o meno consistente di sangue fluisca dal compartimento destro del cuore a quello sinistro e viceversa.

Quando le quantità di sangue travasato (shunt) sono esigue, gli effetti sono appena accennati (se non del tutto assenti). Ciò accade nella maggior parte dei casi.
Quando, invece, le quantità di sangue travasato sono copiose, le possibili conseguenze potrebbero rivelarsi anche decisamente pericolose.

I difetti interatriali sono anomalie ben più frequenti di quello che si potrebbe pensare. Infatti, la mancanza di sintomi a loro correlati (asintomaticità) li fa spesso passare inosservati (quindi sottodiagnosticati).
Oggi, si sa che sono alquanto comuni, perché sono migliorate le tecniche diagnostiche riferite al cuore e alla sua anatomia.

Con l'aiuto delle prossime immagini, il lettore potrà ripercorrere le caratteristiche più importanti del cuore e del flusso di sangue all'interno delle cavità cardiache, lo sviluppo fetale del setto interatriale, i tipi di difetto interatriale esistenti, i sintomi provocati, le procedure di diagnosi più indicate e i metodi di cura esistenti.