Cancro alle ovaie: tra miti e verità

Il cancro alle ovaie, noto anche come tumore alle ovaie o tumore ovarico, è una neoplasia maligna che può insorgere in una qualsiasi porzione delle ovaie.

In numero di due, le ovaie sono le gonadi femminili e, come tali, hanno il compito di secernere gli ormoni sessuali progesterone ed estrogeni e produrre le cellule uovo.
Progesterone ed estrogeni servono per lo sviluppo dei caratteri sessuali secondari e per la riproduzione. Le cellule uovo rappresentano i gameti femminili, quindi sono fondamentali per il processo di fecondazione.

Dal punto di vista epidemiologico, il cancro alle ovaie è la quinta neoplasia maligna più diffusa nel sesso femminile, subito dopo il cancro al seno, il cancro all'intestino, il cancro al polmone e il cancro dell'utero.
È particolarmente diffuso tra le donne che hanno superato la menopausa – quindi tra i soggetti di età superiore ai 50 anni – e nella popolazione femminile di origine caucasica.

Lo scopo di questa fotogallery è sfatare alcuni falsi miti che aleggiano attorno al cancro delle ovaie e, al contempo, riportare le notizie più attendibili in merito.

Prima di proseguire con le immagini, si ricorda al lettore, a scanso di equivoci, che nel titolo di ciascuna didascalia compare la falsa credenza da smentire.