La zanzare possono trasmettere l’HIV?

Le zanzare non possono trasmettere il virus che provoca la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS), per diversi motivi.

Prima di tutto, non vi è contatto tra la saliva della zanzara e il sangue della vittima, rispettivamente inoculata e prelevato dall'insetto attraverso canali differenti, non in comunicazione tra di loro. Se sul pungiglione rimanesse un residuo ematico, questo comunque non raggiungerebbe la quantità minima necessaria per contagiare un'altra persona. Inoltre, se il sangue di cui si è nutrita la zanzara fosse infettato dal virus, questo verrebbe inattivato in breve tempo dal processo digestivo dell'insetto. L'HIV, quindi, non sopravvive e non si riproduce all'interno della zanzara.

Il rischio è escluso anche dagli studi epidemiologici. Se l'infezione venisse trasmessa dagli insetti, infatti, vi sarebbero picchi di contagi tra i bambini, i quali non presentano la possibilità di contrarre l'infezione per via sessuale e tramite scambio di siringhe, ma non di rado sono punti dalle zanzare. L'AIDS tra i bambini, invece, dipende soprattutto dalla trasmissione verticale dell'infezione, cioè dalla madre al figlio durante la gravidanza o il parto.

Se le zanzare trasmettessero l'HIV, infine, vi sarebbero picchi di contagio stagionali nei periodi di massima infestazione (mesi estivi), come accade per molte altre malattie tra cui malaria e febbre gialla.

Immagini simili