Perché quando ci punge una zanzara avvertiamo prurito?

Le zanzare, mentre pungono la preda, immettono una sostanza anticoagulante che permette loro di succhiare il sangue più facilmente. Se non la iniettassero, dopo la penetrazione del pungiglione, non riuscirebbero ad assicurarsi un buon pasto ematico.

È proprio questa sostanza anticoagulante, insieme alla saliva dell'insetto, che causa il fastidio e l'irritazione. Di norma, il prurito si manifesta subito e dura circa mezz'ora, quindi si sviluppa una piccola bollicina che tende a scomparire dopo poco tempo.

In alcune persone ipersensibili, invece, la puntura della zanzara induce una risposta allergica. Questa reazione eccessiva del sistema immunitario è evidente per la comparsa immediata del pomfo, con eritema e, talvolta, linfedema (gonfiore per l'accumulo di linfa). In alcuni casi, si formano papule rilevate e dure che possono persistere anche per qualche giorno.

Immagini simili