Le regole d'oro per la salute del viaggiatore

- Quando si decide di intraprendere un viaggio, è opportuno evitare destinazioni in cui siano in corso allerte per particolari malattie endemiche o epidemiche.

- Circa un mese prima di partire, è necessario documentarsi se per l'ingresso nel Paese di destinazione sono previste vaccinazioni obbligatorie o raccomandate rivolgendosi ad uno dei Centri per la Profilassi internazionale presso le Aziende Sanitarie Locali.

- Altro aspetto da controllare è che la documentazione sanitaria di cui si dispone sia valida all'estero; in caso contrario, occorre informarsi su cosa occorre fare. Per tutte le destinazioni che si intendono visitare, è consigliabile munirsi di numeri e recapiti di un centro sanitario affidabile a cui rivolgersi in caso di necessità.

- Fare attenzione a ciò che si mangia e beve.

- Meglio evitare i rapporti sessuali occasionali non protetti e, nel caso, usare sempre il preservativo.

- Chi deve assumere regolarmente dei farmaci - per esempio i diabetici o chi soffre di pressione alta - deve sempre portarne con sé una piccola scorta, per non rimanere senza in caso di imprevisti, oltre a quelli sufficienti a coprire la durata viaggio.

- Proteggersi dalle punture di zanzare o di altri insetti vettori, come le mosche, le zecche e gli acari utilizzando repellenti e indossando pantaloni e maglie a manica lunga, dai colori chiari. Di notte, ricorrere a zanzariere o tenere chiuse le finestre.

- Nei mesi successivi al rientro, se compaiono sintomi sospetti (febbre, mialgia, disturbi intestinali ecc.) è importante riferire al proprio medico curante le informazioni sulla destinazione del viaggio ed il comportamento adottato in relazione ai rischi di malattie trasmesse per via alimentare, attraverso il contatto sessuale o veicolate da insetti.

Immagini simili