Trapianto di cornea: domande più frequenti

La cornea è la membrana trasparente dell'occhio che ricopre l'iride e la pupilla.
Trattandosi di una zona alquanto delicata e dalle limitate possibilità autoriparative, una sua lesione potrebbe avere anche gravi conseguenze e rendere necessario il cosiddetto trapianto di cornea.

Il trapianto di cornea, o cheratoplastica, è l'intervento chirurgico tramite cui si provvede alla sostituzione totale o parziale della cornea originaria, severamente danneggiata, con un elemento analogo sano, proveniente da un donatore deceduto da poco o di origine sintetica.

Di seguito è riportata una serie di domande relative alla cheratoplastica, che in genere i futuri trapiantati di cornea pongono al medico che li curerà:

  • È una procedura dolorosa?
    No, in quanto è prevista l'anestesia locale o generale (dipende dalle situazioni).
    Tuttavia, fastidio (del tipo "sabbia negli occhi") o dolore potrebbero avvertirsi nei primissimi giorni successivi all'intervento. Nel primo caso, si tratta di una sensazione passeggera; nel secondo, invece, è meglio rivolgersi al medico, per precauzione.
  • Dopo quanto tempo dal trapianto si può tornare a vivere una vita normale?
    Nelle prime settimane post-operatorie, è consigliato evitare sforzi, come per esempio sollevare pesi o spingere eccessivamente durante la defecazione.
    I tempi di cicatrizzazione della cornea sono molto lunghi: la guarigione totale potrebbe avvenire anche in 18-24 mesi. In quest'arco di tempo bisogna aver cura di proteggere l'occhio operato da qualsiasi "insulto" esterno.
  • Qual è in media la durata delle cornee trapiantate?
    Le cellule endoteliali che costituiscono le cornee (siano esse normali o trapiantate) sono destinate a un progressivo decadimento. In genere, le cornee trapiantate mantengono la loro trasparenza per circa 25 anni. Come in ogni circostanza, ci sono delle eccezioni: alcune cornee trapiantate, infatti, resistono per anche una quarantina d'anni.
  • Dopo un mese e mezzo la vista è ancora appannata, è normale?
    Sì, in quanto occorrono diversi mesi (in genere 6) prima che la "nuova" cornea raggiunga la trasparenza desiderata.
  • Cos'è il rimodellamento della sutura?
    Si tratta di un aggiustamento della o delle suture chirurgiche, applicate sulla cornea trapiantata. Serve ad accelerare il miglioramento visivo. La procedura è rapida e indolore e prevede l'uso di un anestetico e di colliri.

Immagini simili